Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2014/2015

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
primo semestre 15-set-2014 9-gen-2015
secondo semestre 19-feb-2015 29-mag-2015
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
sessione invernale 12-gen-2015 18-feb-2015
sessione estiva 4-giu-2015 11-lug-2015
sessione autunnale 24-ago-2015 9-set-2015
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
sessione autunnale 12-dic-2014 19-dic-2014
sessione invernale 8-apr-2015 10-apr-2015
sessione estiva 10-set-2015 11-set-2015
Vacanze
Periodo Dal Al
festività natalizie 22-dic-2014 5-gen-2015
festività pasquali 3-apr-2015 7-apr-2015
vacanze estive 10-ago-2015 22-ago-2015

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria dei Corsi di Studio Economia.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

B C D F G L M N P R V

Borello Giuliana

giuliana.borello@univr.it 045 802 8273

Bottiglia Roberto

roberto.bottiglia@univr.it 045 802 8224

Carluccio Emanuele Maria

emanuelemaria.carluccio@univr.it 045 802 8487

Centanni Silvia

silvia.centanni@univr.it 045 8425460

De Mari Michele

michele.demari@univr.it 045 802 8226

Frigo Paolo

paolo.frigo@univr.it

Grossi Luigi

luigi.grossi@univr.it 045 802 8247

Lubian Diego

diego.lubian@univr.it 045 802 8419

Mariani Francesca

francesca.mariani@univr.it 045 8028736

Minozzo Marco

marco.minozzo@univr.it 045 802 8234

Pichler Flavio

flavio.pichler@univr.it 045 802 8273

Rossi Francesco

francesco.rossi@univr.it 045 8028067

Rutigliano Michele

michele.rutigliano@univr.it 0458028610

Vaona Andrea

andrea.vaona@univr.it 045 8028537

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

CURRICULUM TIPO:
InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
B
(SECS-P/11)
9
C
(SECS-S/06)
6
F
(-)

1° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
B
(SECS-P/01)
9
B
(SECS-S/06)

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
B
(SECS-P/11)
9
C
(SECS-S/06)
6
F
(-)
Insegnamenti Crediti TAF SSD

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S02484

Docente

Non ancora assegnato

Crediti

9

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

SECS-S/06 - METODI MATEMATICI DELL'ECONOMIA E DELLE SCIENZE ATTUARIALI E FINANZIARIE

Lingua di erogazione

Italiano

Periodo

primo semestre dal 15-set-2014 al 9-gen-2015.

Obiettivi formativi

La misurazione del rischio finanziario sta assumendo un ruolo sempre più importante nelle attività quotidiane delle Istituzioni Finanziarie (Banche e Assicurazioni). Il corso intende offrire un'introduzione alle principali idee e tecniche per la quantificazione del rischio di mercato, di credito e di liquidità in un portafoglio finanziario. Nell'ultima parte del corso verranno presentati alcuni aspetti fondamentali della normativa internazionale a riguardo (Basilea III). Tutti gli argomenti saranno implementati in Matlab, con l'utilizzo di dati finanziari reali.

Programma

1 – Introduzione
1.1 Misurazione del rischio come componente del Risk Management
1.2 Il portafoglio di una banca e la variabile Profit&Loss (PL). Fattori di rischio e risk mapping.
1.3 Tipologie di rischio: mercato, credito, operativo, liquidità, modello
1.4 Una breve storia del rischio: da Markowitz a Basilea III

2 – Rischio di mercato
2.1 Rendimenti azionari: definizioni, evidenze empiriche e modelli probabilistici. Distribuzione normale e t-Student.
2.2 Quantili, Value-at-Risk (VaR) ed Expected Shortfall (ES).
2.3 Portafogli lineari e metodo Delta-Normal, stima dinamica di varianze e correlazioni (modelli RiskMetrics e Garch)
2.4 Metodo storico classico, storico filtrato e storico pesato
2.5 Distribuzioni multivariate ellittiche: normale e t-Student multivariata. Estensione del metodo Delta-Normal
2.6 Portafogli con opzioni (non-lineari): approssimazione Delta e approssimazione Delta-Gamma con metodo esatto, Cornish-Fisher o storico
2.7 Metodo Monte-Carlo con Delta-Gamma e full evaluation. Convergenza, intervalli di confidenza e tempi computazionali
2.8 Lo stress-testing di un portafoglio
2.9 Il back-testing di VaR e ES, test di Kupiec

3 – Rischio di credito
3.1 Aspetti fondamentali: default, credit rating, credit spread, default probability
3.2 Il primo modello strutturale (Merton) e i suoi limiti
3.3 Modelli strutturali standard: KMV e CreditMetrics
3.4 Modelli in forma ridotta: CreditRisk+
3.5 Loss given default e semplici tecniche di stima

4 – Rischio di liquidità
4.1 Microstruttura dei mercati: mercati quote-driven e order-driven
4.2 Bid-ask spread, profondità del mercato
4.3 VaR aggiustato per liquidità: il modello di Bangia-Diebold

5 – Normativa di Basilea
5.1 Da Basilea I a Basilea III
5.2 Basilea III e rischio di mercato: approccio standard e internal model approach (IMA)
5.3 Basilea III e rischio di credito: approccio standard e approccio dei rating interni (IRB)
5.4 Altri aspetti di Basilea III (cenni): rischio di liquidità, rischio operativo, rischio di modello
5.5 Scelta della misura di rischio: misure coerenti e non-coerenza del VaR


Testo di riferimento
Christoffersen P. "Elements of financial risk management" (2a Ed.), Academic Press, 2012

Testi di approfondimento
Embrechts P., Frey R., McNeil A. "Quantitative risk management: concepts, techniques, and tools." Princeton University Press, 2005
Glasserman, P. "Monte Carlo methods in Financial Engineering", Springer, 2004 (Capitolo 9)
Hull J. "Risk management e istituzioni finanziarie" (3a Ed.), Luiss University Press, 2013.

Modalità d'esame

L'esame consiste in una prova scritta e in un project work (obbligatori) e in una prova orale (facoltativa).
La prova scritta consiste in una domanda a risposta aperta e 2 esercizi su tutte le parti del programma. Sarà possibile utilizzare una calcolatrice, ma non libri o appunti. Se il voto dello scritto è almeno 18, sarà possibile richiedere di sostenere un'integrazione orale che potrà aumentare o diminuire il voto dello scritto (più il bonus di cui sotto) fino a 3 punti. La stessa potrà essere richiesta da parte del docente per meglio accertare la preparazione dello studente, in questo secondo caso senza alcun limite sulla variazione di punteggio rispetto allo scritto.
Inoltre, all'inizio del corso gli studenti verranno suddivisi in gruppi da 4/5. Ad ognuno di questi gruppi verrà assegnato lo svolgimento di un project work, ovvero la redazione di un lavoro in cui si approfondiscono, su dati reali e utilizzando Matlab, alcune delle tecniche affrontate a lezione. La prima parte del lavoro dovrà essere realizzata e spedita via mail al docente entro il 14 Novembre, la seconda parte almeno una settimana prima dell'appello d'esame cui gli studenti coinvolti sono interessati.
Entrambe le parti saranno valutate e potranno portare ad un bonus di massimo 5 punti complessivi sul voto finale dello scritto (purché già sufficiente). La puntuale consegna della versione finale del project work è condizione necessaria per poter partecipare allo scritto.
Il project work è un'occasione per poter affinare la capacità di lavoro in gruppo e di utilizzo del computer, entrambe caratteristiche molto considerate nel mondo del lavoro.

Tipologia di Attività formativa D e F

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Esercitazioni Linguistiche CLA


Gestione carriere


Area riservata studenti


Tirocini e stage

Nel piano didattico dei Corsi di Laurea triennale (CdL) e Magistrale (CdLM) offerti dalla Scuola di Economia e Management dell’Università di Verona è previsto uno stage come attività formativa obbligatoria. Lo stage, infatti, è ritenuto uno strumento appropriato per acquisire competenze e abilità professionali e per agevolare la scelta dello sbocco professionale futuro, in linea con le proprie aspettative, attitudini e aspirazioni. Attraverso l’esperienza pratica in ambiente lavorativo, lo studente può acquisire ulteriori competenze ed abilità relazionali.

Per informazioni specifiche, consultare l'highlight della Scuola di Economia e Management appositamente dedicato a Stage.

Prova finale

La prova finale consiste in un elaborato in forma scritta di almeno 80 cartelle, che approfondisce un tema a scelta relativo a uno degli insegnamenti previsti dal piano didattico dello studente. Il tema e il titolo dell’elaborato dovranno essere selezionati in accordo con un docente dell’Ateneo di un SSD fra quelli presenti nel piano didattico dello studente. Il lavoro deve essere sviluppato sotto la guida del docente. La tesi è oggetto di esposizione e discussione orale, in una delle date appositamente stabilite dal calendario delle attività didattiche, dinanzi a una Commissione di Laurea nominata ai sensi del RDA. In accordo con il Relatore, la tesi potrà essere redatta e la discussione potrà svolgersi in lingua inglese.

Per maggiori informazioni e la consultazione delle scadenze e delle commissioni di laurea si rimanda all'apposita sezione del sito web della Scuola di Economia e Management

Elenco delle proposte di tesi e stage

Proposte di tesi Area di ricerca
Tesi di laurea magistrale - Tecniche e problemi aperti nel credit scoring Statistics - Foundational and philosophical topics
Il metodo Monte Carlo per la valutazione di opzioni americane Argomenti vari

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.