Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2017/2018

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
2°anno 1°semestre LMSIO 2-ott-2017 17-gen-2018
1°anno 1°semestre LMSIO 13-nov-2017 17-gen-2018
2°anno 2°semestre LMSIO 4-apr-2018 23-giu-2018
1°anno 2°semestre LMSIO 19-apr-2018 23-giu-2018
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione invernale 2° anno LMSIO 1-mar-2018 29-mar-2018
Sessione invernale 1° anno LMSIO 19-mar-2018 18-apr-2018
Sessione estiva LMSIO 2-lug-2018 31-lug-2018
Sessione autunnale 2° anno LMSIO 3-set-2018 31-ott-2018
Sessione autunnale 1° anno LMSIO 3-set-2018 28-set-2018
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
1° Sessione di Laurea Magistrale 15-giu-2018 31-lug-2018
2° Sessione di Laurea Magistrale 15-nov-2018 15-gen-2019
3° Sessione di Laurea Magistrale 1-mar-2019 30-apr-2019
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Ognissanti 1-nov-2017 1-nov-2017
Festa dell'Immacolata 8-dic-2017 8-dic-2017
Vacanze di Natale 22-dic-2017 7-gen-2018
Vacanze di Pasqua 30-mar-2018 3-apr-2018
Festa della Liberazione 25-apr-2018 25-apr-2018
Festa del lavoro 1-mag-2018 1-mag-2018
Festa del Santo Patrono - S. Zeno 21-mag-2018 21-mag-2018
Festa della Repubblica 2-giu-2018 2-giu-2018
VACANZE ESTIVE 6-ago-2018 19-ago-2018
Altri Periodi
Descrizione Periodo Dal Al
Stege 2° anno LMSIO Stage 2° anno LMSIO 1-lug-2018 30-nov-2018

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria Corsi di Studio Medicina.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

B C D F G L M N P R S V Z

Brugnolli Anna

segreteriaCLI@apss.tn.it +039 0461 903091

Carfagna Marina

mcarfagna@ausl-cesena.emr.it

Del Piccolo Lidia

lidia.delpiccolo@univr.it +39 045 812 4441

Di Giulio Paola

paola.digiulio@unito.it 011/5705824

Di Nicola Paola

paola.dinicola@univr.it +39 045 802 8040

Franchi Massimo Piergiuseppe

massimo.franchi@univr.it +39 045 812 2720

Friso Simonetta

simonetta.friso@univr.it +39 045 812 6369

Gosetti Giorgio

giorgio.gosetti@univr.it 045.8028650

Laquintana Dario

dario.laquintana@univr.it 0255033107

Leardini Chiara

chiara.leardini@univr.it 045 802 8222

Locatelli Francesca

francesca.locatelli@univr.it 045 8027655

Marcon Alessandro

alessandro.marcon@univr.it +39 045 802 7668

Marognolli Oliva

oliva.marognolli@univr.it 045 802 7246

Mortari Luigina

luigina.mortari@univr.it 045 802 8652

Niero Mauro

mauro.niero@univr.it

Palese Alvisa

alvisa.palese@dstb.uniud.it

Pancheri Loredana

info@loredanapancheri.it 0461264569

Peruzzi Marco

marco.peruzzi@univr.it 045 8028838

Pilotto Sara

sara.pilotto@univr.it +390458128124

Polati Enrico

enrico.polati@univr.it +39 045 812 7430 - 4311

Poli Albino

albino.poli@univr.it 045 8027658

Pollini Giovanni Paolo

giovanni.pollini@univr.it +39 045 812 7322

Romano Gabriele

gabriele.romano@univr.it 045 8027631

Saiani Luisa

luisa.saiani@univr.it 045 8027253

Salmaso Daniele

danielesalmaso@fondazionezancan.it

Sartori Riccardo

riccardo.sartori@univr.it +39 045 802 8140

Venturini Francesca

francesca.venturini@aopd.veneto.it

Vivori Cinzia

cinzia.vivori@apss.tn.it

Zamboni Mauro

mauro.zamboni@univr.it +39 045 812 2537

Zanolin Maria Elisabetta

elisabetta.zanolin@univr.it +39 045 802 7654

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
8
B
(IUS/07 ,IUS/09 ,MED/42 ,SECS-P/07)
6
B
(MED/01 ,SECS-S/02 ,SPS/07)
6
B
(MED/45 ,M-PED/01 ,M-PSI/08)
6
B
(MED/02 ,MED/45 ,MED/47 ,M-FIL/02)
3
E/F
(L-LIN/12)
InsegnamentiCreditiTAFSSD
14
B
(BIO/14 ,MED/06 ,MED/09 ,MED/18 ,MED/40 ,MED/41 ,MED/45)
Attivita' seminariali (professioni sanitarie)
1
F
-
Stage
30
B
-
Prova finale
7
E
-

1° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
8
B
(IUS/07 ,IUS/09 ,MED/42 ,SECS-P/07)
6
B
(MED/01 ,SECS-S/02 ,SPS/07)
6
B
(MED/45 ,M-PED/01 ,M-PSI/08)
6
B
(MED/02 ,MED/45 ,MED/47 ,M-FIL/02)
3
E/F
(L-LIN/12)

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
14
B
(BIO/14 ,MED/06 ,MED/09 ,MED/18 ,MED/40 ,MED/41 ,MED/45)
Attivita' seminariali (professioni sanitarie)
1
F
-
Stage
30
B
-
Prova finale
7
E
-

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S000454

Crediti

6

Coordinatore

Albino Poli

L'insegnamento è organizzato come segue:

Sociologia della famiglia e delle reti assistenziali

Crediti

2

Periodo

1°anno 1°semestre LMSIO

Metodologie avanzate di educazione alla salute

Crediti

2

Periodo

1°anno 1°semestre LMSIO

Sanita' pubblica

Crediti

2

Periodo

1°anno 1°semestre LMSIO

Docenti

Albino Poli

Obiettivi formativi

------------------------
MM: SOCIOLOGIA DELLA FAMIGLIA E DELLE RETI ASSISTENZIALI
------------------------
Il corso si pone l’obiettivo di fornire a studenti/esse conoscenze atte a ricondurre il tema della riforma dei sistemi di welfare all’interno dei più rilevanti processi di cambiamento sociale, che hanno investito la società europea e in particolare la società italiana. Il corso si pone l’obiettivo di sviluppare negli/lle studenti/esse la capacità di un’analisi critica dei cambiamenti intervenuti nel mercato del lavoro, nelle famiglie, nella struttura demografica della popolazione e di evidenziarne i nessi critici e i rapporti di interdipendenza, ai fini della transizione verso nuovi modelli di welfare
------------------------
MM: METODOLOGIE AVANZATE DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE
------------------------
Sviluppare competenze nell’ambito dell’educazione alla salute al fine di promuovere sani stili di vita Analizzare i concetti e strategie di promozione della salute, educazione alla salute, educazione sanitaria. Analizzare i modelli teorici che incidono sulla scelta degli stili di vita e sulla motivazione al cambiamento Approfondire alcune fasi di progettazione (analisi dei bisogni e pianificazione degli obiettivi) di un intervento di educazione terapeutica.
------------------------
MM: SANITA' PUBBLICA
------------------------
 Fornire agli studenti gli strumenti per l’analisi dei bisogni di salute della popolazione.  Fornire agli studenti i percorsi per la raccolta dei dati e gli strumenti di valutazione dei dati stessi

Programma

------------------------
MM: SOCIOLOGIA DELLA FAMIGLIA E DELLE RETI ASSISTENZIALI
------------------------
Dopo una introduzione e una definizione del modello di welfare ‘italiano’, si introdurranno i concetti di sussidiarietà, community care, capitale sociale e lavoro riproduttivo (funzione specifica della famiglia) per verificare l’esistenza di condizioni sociali, politiche e culturali che possono portare verso un modello di welfare residuale (ipotesi liberista) ovvero verso un modello a rete, che attribuisce a nuovi attori sociali (in particolare famiglie e terzo settore) funzioni di cura sostenibili.
------------------------
MM: METODOLOGIE AVANZATE DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE
------------------------
Promozione della salute e modelli teorici che incidono sulla scelta degli stili di vita e sulla motivazione al cambiamento Distinzione fra determinanti di salute e disuguaglianze, fattori di rischio e fattori protettivi. Risorse e abilità individuali: health literacy , life skills, come presupposti per la promozione della salute. Come rendere la comunicazione più efficace attraverso la stesura di materiali informativi scritti La teoria della dissonanza cognitiva (Festinger 1957) Autoefficacia (A. Bandura 1991) e Teoria dello stile di attribuzione -health locus of control- (J.B. Rotter 1966). Il modello degli stadi del cambiamento (J. O.Prochaska e Di Clemente) Pianificazione di interventi di educazione alla salute e terapeutica Evoluzione dei concetti di educazione sanitaria, educazione del paziente, educazione terapeutica educazione informale – formale Concetto di intenzionalità e setting educativo La relazione educativa: concetti di enpowerment, collaborative, partnership Le caratteristiche dell’apprendimento dell’adulto L’approccio di counseling nell’educazione del paziente Concetti di autenticità e congruenza, accettazione incondizionata, empatia La qualità delle domande e delle risposte Approfondimento su alcuni aspetti della progettazione: Tecniche e abilità per rilevare i bisogni educativi del malato cronico e principi del selfmanagment e del self management support Diagnosi educativa e intervista motivazionale secondo il modello di Rollnick Contratto educativo (definizione degli obiettivi educativi – goal setting e action plan) Follow-up e ripresa educativa, la valutazione (vedi concetti di Closing the Loop " e "teach back”)
------------------------
MM: SANITA' PUBBLICA
------------------------
Le fonti dei dati: - dati demografici - dati sanitari - dati socio- economici Gli strumenti di valutazione: - gli indicatori dello stato di salute della popolazione (tassi, indici, mortalità, morbosità, cause di morte, cause di malattia, mortalità evitabile) - gli indicatori di struttura della popolazione (natalità, indice di invecchiamento, curva di Lexis, composizione dei nuclei familiari, distribuzione della popolazione sul territorio) - gli indicatori di utilizzo delle strutture sanitarie (numero e dimensioni delle strutture ospedaliere in Italia, tassi di ricovero, schede di dimissione ospedaliera, consumo di farmaci, numero di prestazioni ed efficienza delle strutture) Gli strumenti di programmazione: - valutazione dei bisogni - valutazione delle risorse (cenni) - strumenti di analisi di efficacia della allocazione delle risorse (cenni)

Modalità d'esame

------------------------
MM: SOCIOLOGIA DELLA FAMIGLIA E DELLE RETI ASSISTENZIALI
------------------------
Esame orale. Testi di riferimento: - DI NICOLA P. (2017), Famiglia: sostantivo plurale. Nuovi orizzonti e vecchi problemi, II edizione aggiornata, Angeli, Milano - DI NICOLA P. (2011), “Welfare societario e diritti di cittadinanza”, in Autonomia locali e servizi sociali, n.2, pp. 199-211 - DI NICOLA P. (2011), Del benessere o del welfare, in D.Secondulfo (a cura di), Sociologia del benessere. La religione laica della borghesia, FrancoAngeli, Milano
------------------------
MM: METODOLOGIE AVANZATE DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE
------------------------
ESAME SCRITTO domande applicative e teoriche su tutte le fonti consigliate (compreso Trattato) e con esercizi analoghi a quelli proposti durante le lezioni
------------------------
MM: SANITA' PUBBLICA
------------------------
Esame scritto

Bibliografia

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Paola Di Nicola Famiglia: sostantivo plurale. Nuovi orizzonti e vecchi problemi (Edizione 2) Franco Angeli 2017 9788891759672
Di Nicola P. La rete:metafora dell’appartenenza. Analisi strutturale e paradigma di rete Angeli, Milano 1998
G. Esping Andersen La rivoluzione incompiuta il Mulino 2011
Antony Giddens Le conseguenze della modernità (Edizione 1) Il Mulino 1994
Triassi M, Aggazzotti G, Ferrante M Igiene Medicina preventiva e del territorio (Edizione 2) Sorbona 2015 978-88-7947-599-0 capitoli 1, 2 e 7
Barbuti S, Fara GM, Giammanco G Igiene Medicina Preventiva Sanità pubblica (Edizione 3) EdiSES 2015 978-88-7959-827-9

Tipologia di Attività formativa D e F

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Stage

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf 00.Elenco sedi stage accreditate 376 KB, 23/06/21 
Doc_Univr_pdf 00.Guida allo stage 386 KB, 23/06/21 
Doc_Univr_msword 01.Modulo firma presenze 198 KB, 23/06/21 
Doc_Univr_docx 02.Progetto formativo 1296 KB, 23/06/21 
Doc_Univr_docx 03.Progetto formativo LOMBARDIA 1321 KB, 23/06/21 
Doc_Univr_msword 04.Modulo autoapprendimento per tutor 44 KB, 23/06/21 
Doc_Univr_msword 05.Modulo valutazione 104 KB, 23/06/21 

Gestione carriere


Area riservata studenti


Orario lezioni

Ultimo aggiornamento orario lezioni: 18/01/2022

Allegati


Prova Finale

Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano degli studi, compresi quelli relativi all’attività di tirocinio. La prova finale consiste nella redazione e dissertazione, davanti ad una Commissione di esame, di una tesi elaborata in modo originale sulla base di un lavoro di natura sperimentale o teorico-applicativa riguardante l’approfondimento di aspetti manageriali, di ricerca, formativi e di metodologie professionali avanzate specifiche del proprio ambito professionale. Lo studente avrà la supervisione di un docente del Corso di Laurea, detto Relatore, ed eventuali correlatori anche esterni al Corso di Laurea. Scopo della tesi è quello di impegnare lo studente in un lavoro di formalizzazione, progettazione e di ricerca, che contribuisca sostanzialmente al completamento della sua formazione professionale e scientifica. Il contenuto della tesi deve essere inerente a tematiche o discipline strettamente correlate agli obiettivi della Laurea Magistrale. La valutazione della tesi sarà basata sui seguenti criteri: livello di approfondimento del lavoro svolto e rigore scientifico, contributo critico del laureando, accuratezza della metodologia adottata, significatività della tematica sviluppata. Il punteggio finale di Laurea è espresso in centodecimi con eventuale lode e viene formato dalla somma della media ponderata rapportata a 110 dei voti conseguiti negli esami di profitto, con la valutazione ottenuta nella discussione della Tesi. La commissione di Laurea potrà attribuire ulteriori punti anche in base a: a. presenza di eventuali lodi ottenute negli esami sostenuti; b. stage presso Servizi Sanitari di altri Paesi fino a 1 punto aggiuntivo; c. laurea entro i termini della durata normale del corso 1 punto aggiuntivo. Il punteggio minimo per il superamento dell'esame finale è di 66/110. Qualora la somma finale raggiunga 110/110, la Commissione di Laurea può decidere l'attribuzione della lode, se il parere è unanime. Il Collegio Didattico pubblica annualmente sul sito del Corso di studio le linee guida per la stesura e le indicazioni dei vari adempimenti di natura amministrativa e organizzativa.

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf 01.Guida alla stesura tesi di laurea 223 KB, 23/06/21 

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.