Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Per l'anno 2016/2017 Nessun calendario ancora disponibile

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria Corsi di Studio Medicina.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D E F G L M N P R S T V Z

Albertoli Giancarla

giancarla.albertoli@tin.it 045 8009841

Aleotti Renata

renata.aleotti@apss.tn.it 0461-364187 364174 o 0464 582475

Amaddeo Francesco

francesco.amaddeo@univr.it 045 8124930

Barbui Corrado

corrado.barbui@univr.it +39 0458126418

Berti Loretta

loretta.berti@univr.it +39 0458127442

Carpineta Sandro

carpineta.sandro@apss.tn.it 0465 339716

Cazzoletti Lucia

lucia.cazzoletti@univr.it 045 8027656

Chiesa Silvia

silvia.chiesa@apss.tn.it

Dal Prà Ilaria Pierpaola

ilaria.dalpra@univr.it +39 045 802 7161

De Stefani Renzo

destefani.r@apss.tn.it 0461 985825

Ferdeghini Marco

marco.ferdeghini@univr.it 045 812 47 84 (Segreteria) 045 802 74 89 (Segreteria di Istituto)

Fornari Valentina

valentina.fornari@virgilio.it

Fumagalli Guido Francesco

guido.fumagalli@univr.it 045 802 7605 (dipartimento)

Girelli Massimo

massimo.girelli@univr.it +39 0458027106

Gotte Giovanni

giovanni.gotte@univr.it 0458027694

Latterini Enrica

enrica.latterini@apss.tn.it

Laudanna Carlo

carlo.laudanna@univr.it 045-8027689

Mazzoni Noemi

Meyer Anja

anja.meyer@univr.it

Micciolo Rocco

rocco.micciolo@economia.unitn.it

Moser Claudio

claudio.moser@apss.tn.it

Nocera Antonio

antonio.nocera@univr.it

Pertile Riccardo

riccardo.pertile@apss.tn.it 0461 904694

Poli Albino

albino.poli@univr.it 045 8027658

Raffaeta' Roberta

Ruggeri Mirella

mirella.ruggeri@univr.it 0458124953

Tagliaro Franco

franco.tagliaro@univr.it 045 8124618-045 8124246

Tam Enrico

enrico.tam@univr.it +39 045 8425149

Tamburin Stefano

stefano.tamburin@univr.it +39 0458124285 (segreteria)

Tosato Sarah

sarah.tosato@univr.it 045 8124441

Trabetti Elisabetta

elisabetta.trabetti@univr.it 045/8027209

Virga Mariano

Zancanaro Carlo

carlo.zancanaro@univr.it 045 802 7157 (Medicina) - 8425115 (Scienze Motorie)

Zoccante Leonardo

leonardo.zoccante@aovr.veneto.it 045 812 4773

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




S Stage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S000233

Crediti

2

Lingua di erogazione

Italiano

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

MED/48 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE

Periodo

TERP ROV 2^ ANNO - 1^ SEMESTRE dal 4-ott-2017 al 7-dic-2017.

Sede

ROVERETO

Per visualizzare la struttura dell'insegnamento a cui questo modulo appartiene, consultare:  organizzazione dell'insegnamento

Obiettivi formativi

Fornire allo studente le conoscenze fondamentali sulle problematiche legate al disturbo psichico nell'anziano, le ripercussioni familiari e sociali; identificare gli elementi necessari per progettare, attuare e valutare interventi riabilitativi ed attività occupazionali specifiche, sia individuali che di gruppo.

Programma

I percorsi e gli strumenti per l'accertamento e la valutazione delle potenzialità, bisogni e disabilità della persona con disturbi psicogeriatrici. La relazione e la riabilitazione con la persona anziana, obiettivi, setting, tecniche delle attività individuali e gruppali. L'approccio al tema della della morte e della sessualità nell'anziano. La prevenzione e la gestione della cronicità e delle crisi connesse al disturbo psichico nell'anziano.

A. Saper spiegare il concetto di riabilitazione e gli elementi costitutivi dei modelliteorici di riferimento nel lavoro riabilitativo con l'anziano. (Caratteristiche dell'intervento in ambito geriatrico: geragogia, geriatria, gerontologia. Indicatori demografici: indice di vecchiaia, dipendenza e invecchiamento. Concetti di flessibilità percettiva e vicarianza delle attitudini. Fattori prognostici favorevoli nella riabilitazione psichiatrica secondo L. Ciompi)
B. Sperimentare ed acquisire capacità di collaborare nei percorsi di valutazione della disabilità psichica e delle aree di funzionamento dell'anziano con disturbo psichico. (Il ruolo dell'osservazione nell'assistenza all'anziano, elementi transferali e controtransferali. I dati oggettivi, soggettivi dell'utente e dell'operatore nell'osservazione e nel rapporto di cura. Il concetto di valutazione multidimensionale. Strumenti per la valutazione: ADL, IADL, GDS, SCSR, MMSE. La collaborazione e la relazione con i familiari dell'utente anziano: fattori potenzialmente favorenti ed ostacolanti)
C. Individuare e descrivere le principali risposte dei Servizi di Salute mentale ai bisogni dell'anziano. (Il ruolo di assistenza e riabilitazione nelle AVQ per l'anziano con disturbo psichico. Strategie generali di incremento dell'autonomia. Effetti negativi e rischi connessi all'istituzionalizzazione secondo King e Reynes. Funzioni e modalità operative di PUA, UVM, RSA, CD)
D. Spiegare obiettivi ed elementi fondanti di un modello teorico di relazione es assistenza in grado di favorire la relazione con l'anziano. (Il modello Patient Centred come risposta nella relazione con il paziente. Il concetto di "agenda del paziente". Principi teorici ed applicativi dell'approccio capacitante e del modello legato alla conversazione. Tecniche relazionali per l'esplorazione dell'agenda del paziente)
E. Riconoscere i principali obiettivi riabilitativi e le indicazioni dei diversi approcci terapeutico-riabilitativi attivati nei confronti dell'utente anziano con disturbo psichico. (Il concetto di ricerca-azione, La prevenzione e la gestione di momenti di crici, linee guida in situazioni di aggressività e rischio autolesivo. Le attività riabilitative in gruppo con anziani: potenzialità ed attenzioni. L'approccio narrativo, la ROT formale ed informale, attività a mediazione espressiva/relazionale: gruppo fiabe, attività manuali e risocializzanti: gruppo cucina)
F. Descrivere gli elementi costitutivi riscontrabili con la persona accompagnata nel suo percorso di fine vita. (il modello proposto da Ariès e la cultura del rapposto con la morte nel tempo, Il modeloo di E. Kubler-Ross e le fasi - stati psicologici legati al tema della morte.
G. Esporre i principali obiettivi e interventi assistenziali/riabilitativi attivabili nei confronti della persona anziana con distrubo psichico. (Relazione ed assistenza con la persona anziana in terattamento con psicofarmaci, l'assistenza alla persona con demenza, principi del modello Gentlecare di M. Jones, il disturbo delirante e maniacale , il disturbo depressivo, i sintomi negativi e positivi del disturbo psicotico.
Le M.C.S., Misure contenitive di Salvaguardia e gli aspetti etici, assistenziali e clinici rispetto alla contenzione della persona anziana. Indicazioni, rischi e controindicazioni della contenzione. I vantaggi del Wandering)

Modalità d'esame

Esame integrato MED/09 e MED/48, proposto in una prima fase in forma scritta e successivamente orale. La parte scritta è composta sia da DSM (domande a scelta multipla) che da DRAB (domande aperte e brevi). La successiva perte orale è composta da domande su casi-situazioni clinico-assistenziali, riabilitative e su concetti teorici proposti durante il Corso.

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Prova Finale

Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano degli studi, compresi quelli relativi all’attività di tirocinio. Alla preparazione della tesi sono assegnati 7 CFU. La prova è organizzata, con decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, in due sessioni definite a livello nazionale. La prova finale, con valore di esame di Stato abilitante, si compone di: - una prova pratica nel corso della quale lo studente deve dimostrare di aver acquisito le conoscenze e abilità teorico-pratiche e tecnico-operative proprie dello specifico profilo professionale; - redazione di un elaborato di una tesi e sua dissertazione. Lo studente avrà la supervisione di un docente del Corso di Laurea, detto Relatore, ed eventuali correlatori anche esterni al Corso di Laurea. Scopo della tesi è quello di impegnare lo studente in un lavoro di formalizzazione, progettazione e di ricerca, che contribuisca sostanzialmente al completamento della sua formazione professionale e scientifica. Il contenuto della tesi deve essere inerente a tematiche o discipline strettamente correlate al profilo professionale. La valutazione della tesi sarà basata sui seguenti criteri: livello di approfondimento del lavoro svolto, contributo critico del laureando, accuratezza della metodologia adottata per lo sviluppo della tematica. Il punteggio finale di Laurea è espresso in cento/decimi con eventuale lode e viene formato, a partire dalla media ponderata rapportata a 110 dei voti conseguiti negli esami di profitto, dalla somma delle valutazioni ottenute nella prova pratica (fino ad un massimo di 5 punti) e nella discussione della Tesi (fino ad un massimo di 6 punti). La commissione di Laurea potrà attribuire ulteriori punti anche in base a: presenza di eventuali lodi ottenute negli esami sostenuti; partecipazione ai programmi Erasmus fino a 2 punti aggiuntivi; laurea entro i termini della durata normale del corso 2 punti aggiuntivi. È prevista la possibilità per lo studente di redigere l'elaborato in lingua inglese. La scadenza per la presentazione della domanda di laurea e relativa documentazione, verrà indicata negli avvisi dello specifico Corso di laurea

Gestione carriere


Area riservata studenti