Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
Primo semestre 29-set-2008 17-gen-2009
Secondo semestre 23-feb-2009 30-mag-2009
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione d'esame invernale 19-gen-2009 21-feb-2009
Sessione d'esame estiva 3-giu-2009 31-lug-2009
Sessione d'esame autunnale 1-set-2009 26-set-2009
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
Sessione di laurea invernale 10-mar-2009 11-mar-2009
Sessione di laurea estiva - I appello 16-giu-2009 17-giu-2009
Sessione di laurea estiva - II appello 14-lug-2009 15-lug-2009
Sessione di laurea autunnale- I appello 20-ott-2009 21-ott-2009
Sessione di laurea autunnale- II appello 1-dic-2009 2-dic-2009
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Ognissanti 1-nov-2008 1-nov-2008
Festa dell'Immacolata Concezione 8-dic-2008 8-dic-2008
Vacanze di Natale 22-dic-2008 6-gen-2009
Vacanze di Pasqua 10-apr-2009 14-apr-2009
Festa della Liberazione 25-apr-2009 25-apr-2009
Festa del Lavoro 1-mag-2009 1-mag-2009
Festa del Santo Patrono 21-mag-2009 21-mag-2009
Festa della Repubblica 2-giu-2009 2-giu-2009
Vacanze estive 8-ago-2009 16-ago-2009
Altri Periodi
Descrizione Periodo Dal Al
Primo semestre Primo semestre 29-set-2008 17-gen-2009
Secondo semestre Secondo semestre 23-feb-2009 30-mag-2009

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria Corsi di Studio Culture e Civiltà.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D F G L M O P R S V Z

Aikema Bernard Jan Hendrik

bernard.aikema@univr.it (per tutti), aikemaforstudents@gmail.com (per studenti) +39 045802 8197

Allegri Mario

mario.allegri@univr.it +39 045802 8382

Amato Gianfranco

gianfranco.amato@univr.it
Guido Avezzù,  23 luglio 2019

Avezzu' Guido

guido.avezzu@univr.it

Barbierato Federico

federico.barbierato@univr.it 045 802 8351

Bassetti Massimiliano

massimiliano.bassetti@univr.it 045802 8376

Beltrame Giancarlo

giancarlo.beltrame@univr.it +39 045802 8635

Brusegan Rosanna

rosanna.brusegan@univr.it +39 045802 8115

Buonopane Alfredo

alfredo.buonopane@univr.it +39 0458028120

Candelato Federica

federica.candelato[at]univr.it

Ciancio Luca

luca.ciancio@univr.it +39 045802 8122

Cocchi Daniela

daniela.cocchi@univr.it 0458028392

Coden Fabio

fabio.coden@univr.it 045802 8365
foto,  1 maggio 2013

Conto' Agostino

a.conto@iol.it 347 1637740 (cell.)

Dal Pozzolo Enrico

enrico.dalpozzolo@univr.it +39 045802 8569

Donadi Francesco

francesco.donadi@univr.it +39 045802 8379

Facchini Giuliana Maria

giuliana.facchini@univr.it +39 045802 8391

Fassina Vasco

Ferrarini Edoardo

edoardo.ferrarini@univr.it +39 045802 8112

Fiorese Mauro

mail@maurofiorese.it 8028122

Formiga Federica

federica.formiga@univr.it 045802 8123

Franco Tiziana

tiziana.franco@univr.it +39 045802 8380

Franzina Emilio

emilio.franzina@univr.it +39 045802 8381

Golinelli Paolo

paolo.golinelli@univr.it 045 802 8765

Grossato Elisa

elisa.grossato@univr.it +39 045802 8647

Leone Luca

luca.leone@univr.it

Mariutti Gianpaolo

gianpaolo.mariutti@univr.it 045 802 8241

Maroso Gloria

gloria.maroso@univr.it

Mastrocinque Attilio

attilio.mastrocinque@univr.it +39 045802 8386

Molteni Monica

monica.molteni@univr.it 045 8028021

Monti Francesca

francesca.monti@univr.it 045 802 7910

Olivato Loredana

loredana.olivato@univr.it +39 045802 8368

Pappalardo Maria

maria.pappalardo@univr.it +39 045802 8391
Foto,  14 aprile 2018

Pasini Roberto

pasini.roberto@univr.it +39 045802 8121

Pastore Alessandro

alessandro.pastore@univr.it +39 045802 8351

Perbellini Gianni

gianni.perbellini@univr.it +39 045802 8122

Ponchia Simonetta

simonetta.ponchia@univr.it +39 045802 8365

Prandi Luisa

luisa.prandi@univr.it +39 045 802 8718

Ronzon Francesco

checco@eudoramail.com +39 045 802 8375

Rossetti Maria Gabriella

gabriella.rossetti@univr.it +39 045802 8106

Rossi Mariaclara

mariaclara.rossi@univr.it 045 802 8380

Rossignoli Nicola

Saggioro Fabio

fabio.saggioro@univr.it +39 045 802 8113

Salgaro Silvino

silvino.salgaro@univr.it +39 045802 8272

Scattolin Paolo

paolo.scattolin@univr.it +39 045 802 8645

Varanini Gian Maria

gianmaria.varanini@univr.it

Viviani Debora

debora.viviani@univr.it 0458028470

Volpato Giancarlo

giancarlo.volpato@univr.it +39 045802 8123

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

CURRICULUM TIPO:
InsegnamentiCreditiTAFSSD
A3 Un insegnamento a scelta tra i seguenti:
A2 Due insegnamenti a scelta tra i seguenti:
A1 Un insegnamento a scelta tra i seguenti:
6
A
L-FIL-LET/09
6
A
L-FIL-LET/02
A5 Un insegnamento a scelta tra i seguenti:

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
A3 Un insegnamento a scelta tra i seguenti:
A2 Due insegnamenti a scelta tra i seguenti:
A1 Un insegnamento a scelta tra i seguenti:
6
A
L-FIL-LET/09
6
A
L-FIL-LET/02
A5 Un insegnamento a scelta tra i seguenti:

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

L'insegnamento è organizzato come segue:

Obiettivi formativi

Modulo: STORIA DELLE TECNICHE ARTISTICHE E DEL RESTAURO (I) II MODULO
-------
Il corso si propone un doppio obiettivo. Da un lato si tratterà di introdurre gli studenti alla realtà materiale dei manufatti artistici, approfondendo gli aspetti tecnici caratterizzanti la produzione pittorica in particolare in età medievale e moderna. A tale scopo sarà proposto un percorso di rilettura delle principali fonti trattatistiche e verranno analizzati, anche attraverso il ricorso ai risultati prodotti dalle più recenti metodologie di indagine delle opere d’arte, alcuni casi specifici.
In seconda battuta verranno poi ripercorse dal punto di vista storico, a partire dal Medioevo, le diverse modalità di approccio teorico e materiale alla conservazione e al restauro delle opere d’arte, evidenziando le distanze che separano tali procedure dai principi che viceversa guidano la moderna teoria del restauro, utilizzando, quali strumenti di approfondimento, sia fonti storico-artistiche e trattatistiche, sia episodi specifici riletti attraverso il ricorso ai risultati di recenti campagne di indagine e restauro.


Modulo: STORIA DELLA CRITICA D'ARTE (I) I MODULO
-------
il corso intende delineare il percorso storico della letteratura artistica dall’antichità al Novecento, mettendone in luce i principali sviluppi teorici e i più rilevanti snodi metodologici in un confronto diretto con le opere e con la formazione culturale dei protagonisti. A tale scopo, le lezioni si baseranno sulla selezione e sull’analisi di alcuni testi particolarmente rappresentativi della letteratura sull’argomento, di cui verrà approfondita la contestualizzazione e collocazione storico-artistica.

Programma

Modulo: STORIA DELLE TECNICHE ARTISTICHE E DEL RESTAURO (I) II MODULO
-------
Prerequisiti: non necessari; tuttavia si ritiene utile la conoscenza dei lineamenti di base della storia dell’arte, perlomeno in relazione alle età medievale e moderna.

Contenuto del corso: per la parte del corso relativa alla Storia delle tecniche artistiche le lezioni punteranno a delineare un percorso storico di approfondimento delle molteplici problematiche relative ai diversi supporti e componenti della pittura, dal punto di vista sia delle fonti che dei materiali. Quanto alle problematiche relative alla Storia del restauro, verrà tracciato un percorso di approfondimento delle molteplici problematiche teoriche e materiali relative alla conservazione e al restauro delle opere d’arte (in particolare quelle pittoriche), con speciale riguardo ad alcuni momenti storici e a personalità cruciali.

Testi di riferimento:
Per la parte relativa alla Storia delle tecniche artistiche è necessaria la conoscenza dei seguenti testi:

- All’interno dei due volumi curati da C. MALTESE, I supporti nelle arti pittoriche Storia, tecnica, restauro, Milano, Mursia, 1990 si richiede lo studio di:
- G. D’Anna, Supporti parietali per graffiti e dipinti: procedimenti esecutivi (parte I): pp. 38-98 e pp.107-119
- E. I. Basile, Supporti lignei (parte I): pp. 319-336
- N. Torrioli, Le tele per la pittura (parte II): pp. 49-111

Da C. MALTESE (a cura di), Preparazione e finitura delle opere pittoriche. Materiali e metodi, Milano, Mursia, 1993:
- C. Merucci, I leganti, pp. 54-109
- L. Traversi, Le vernici, pp. 135-172

CENNINO CENNINI, Il libro dell’arte (edizione consigliata a cura di Fabio Frezzato, Vicenza 2003): sarà richiesta la conoscenza dei seguenti capitoli:
cap. LXVII (pp. 110-116); cap. LXXII (pp. 120-122); capp. LXXXXI-LXXXXIII (pp. 130-132); capp. CXIII-CXV (pp. 142-145); cap. CXVII (pp. 146-147); cap. CLXV (pp. 185-186).

per la preparazione della parte relativa alla Storia del restauro si richiede la conoscenza dei seguenti materiali:

ALESSANDRO CONTI, Storia del restauro e della conservazione delle opere d’arte, Electa, Milano 2003:
- capitolo I: pp. 7-31; capitolo II: pp. 32-60; capitolo III: pp. 80-88; capitolo IV: pp. 89-101 e 107-118; capitolo V: pp. 119-146; capitolo VI: pp. 154-187; capitolo VIII: pp. 250-275; capitolo IX: pp. 280-328.

Durante il corso tale bibliografia potrà essere integrata da ulteriori titoli, che verranno tempestivamente comunicati.

Metodi didattici: lezioni frontali in aula accompagnate dalla proiezione di immagini; saranno inoltre possibili uscite e/o incontri con studiosi, in relazione a problematiche specifiche.


Modulo: STORIA DELLA CRITICA D'ARTE (I) I MODULO
-------
Prerequisiti: non necessari; tuttavia si ritiene utile la conoscenza dei lineamenti di base della storia dell’arte, perlomeno in relazione alle età medievale e moderna (si consiglia – per una maggior dimestichezza con gli argomenti – di preparare l’esame dopo aver sostenuto i moduli introduttivi di Storia dell’Arte Medievale e Moderna).

Contenuto del corso: le lezioni mirano a familiarizzare gli studenti con alcune delle più importanti problematiche della letteratura artistica, evidenziandone le interrelazioni con il gusto e con i fondamenti teorici del pensiero coevo, ponendo altresì particolare attenzione nell’affrontare alcuni momenti storici e nel rilevare l’apporto delle principali personalità di riferimento.

Argomenti trattati a lezione (che saranno oggetto dell’esame):
- I fondamenti teorici dell’arte antica (Platone, Aristotele, Vitruvio, Plinio, S. Agostino, ecc.)
- Immagini e parole: Ut pictura poesis; Ekfrasis
- L’artista nella società nel mondo antico: L’immagine, Le firme, Biografie e ritratti di artisti Le relazioni sociali degli artisti, I guadagni degli artisti
- Il possesso e la conservazione delle opere d’arte nel mondo antico
- L.B.Alberti (Lorenzo Ghiberti, Cristoforo Landino, Michele Savonarola, Bartolomeo Facio, Giovanni Santi)
- Filerete
- Francesco di Giorgio Martini
- Leonardo
- Francesco Colonna (Hypnerotomachia Poliphili)
- Marcantonio Michiel
- Michelangelo
- Sebastiano Serlio
- Giorgio Vasari
- Jacopo Barozzi detto il Vignola
- Andrea Palladio
- Giovanni Paolo Lomazzo
- Vincenzo Scamozzi
- L’ambiente romano. I papi committenti di artisti. Le mostre d’arte
- Giovanni Baglione
- Giovan Pietro Bellori
- Carlo Ridolfi
- Marco Boschini
- Il neoclassicismo (J.J. Winckelmann, C. Lodoli, F. Milizia)
- Giovan Battista Cavalcaselle e Giovanni Morelli
- La scuola di Vienna: Franz Wickoff, Alois Riegl, Max Dvorak, Julius von Schlosser
- Bernard Berenson
- La scoperta dell’iconologia: Aby Warburg, Fritz Saxl, Edgar Wind, Erwin Panofsky

Testi di riferimento:
J. SCHLOSSER MAGNINO, La letteratura artistica: manuale delle fonti della storia dell'arte moderna, (ediz. orig. 1922), Firenze, La Nuova Italia Editrice, 1999 e ristampe successive: per chi lo desiderasse il libro - molto corposo e comunque utilissimo - è facilmente recuperabile in libreria per la modica somma di 20 euro. (in particolare pp.101-154, 173-185, 209-217, 251-258, 289-346, 395-397, 405-418, 459-465, 511-523, 531-533)
L. VENTURI, Storia della critica d’arte, Torino, Einaudi, 1964 o successive ristampe (l’ultima è del 2000); si tratto di testo di riferimento, di prezzo molto contenuto (24 euro), che per la sua importanza meriterebbe di essere acquistato. (in particolare pp.100-109, 120-124, 130-143, 236-244)
F. HASKELL, Mecenati e pittori. Studio sui rapporti tra arte e società italiana nell’età barocca, Firenze, Sansoni, 1966 (e successive ristampe): solo le pp.202-212 e 484-505.
G.C. SCIOLLA, La critica d’arte del Novecento, Torino, UTET, 1995: solo le pp.3-35 e 111-136.
A. BLUNT, Le teorie artistiche in Italia dal Rinascimento al Manierismo, Torino, Einaudi, 1966 e successive ristampe: pp.15-110.
M.L. GUALANDI, L’antichità classica, Roma, Carrocci editore, 2001: pp.11-135.

NB: tutti i testi citati sono reperibili nella Biblioteca Frinzi e in quella del Dipartimento di Discipline storiche, artistiche, archeologiche e geografiche.
NNB: Come appare evidente, i testi qui sopra citati non sono di lettura integrale. Di alcuni di essi, anzi, le pagine proposte sono – ancorchè significative – molto ridotte. Di conseguenza, per agevolare lo studente, abbiamo fotocopiato la selezione indispensabile ad uso dell’esame e l’abbiamo depositato nella copisteria La Rapida in via dell’Artigliere. Beninteso abbiamo anche aggiunto alcune pagine, prese da testi più divulgativi, per meglio affrontare alcuni argomenti.

Metodi didattici: lezioni frontali in aula accompagnate dalla proiezione di immagini e dall’analisi dei testi.

Modalità d'esame

Modulo: STORIA DELLE TECNICHE ARTISTICHE E DEL RESTAURO (I) II MODULO
-------
prova scritta di carattere orientativo sulla base dei testi indicati in bibliografia.


Modulo: STORIA DELLA CRITICA D'ARTE (I) I MODULO
-------
prova scritta, costituita da due domande, formulate sulla base dei testi indicati in bibliografia; il tempo concesso per l’elaborato è di due ore.

Tipologia di Attività formativa D e F

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.


Esercitazioni Linguistiche CLA


Prova finale

La prova finale per il conseguimento del titolo consiste nella discussione di un elaborato scritto, di circa 30 cartelle di 2500 battute, su un argomento concordato con il relatore. Alla prova finale sono riservati 6 CFU.
L’elaborato scritto verrà caricato on line dal candidato e dovrà essere approvato dal relatore prima della sua discussione.
Le discussioni dell’elaborato finale avvengono davanti a sottocommissioni di almeno tre membri, dei quali uno sarà il relatore, uno il correlatore, il terzo un altro docente dell’Ateneo oppure un esperto esterno nominato dal Presidente del Collegio didattico. La discussione si svolgerà nei giorni precedenti la proclamazione in data concordata dai componenti la sottocommissione. Il risultato della discussione e la proposta di valutazione saranno tempestivamente comunicati dal Presidente della sottocommissione al Presidente della Commissione per la prova finale.
La Commissione per la prova finale procederà alla valutazione, tenendo conto della proposta delle sottocommissioni, alla proclamazione e alla comunicazione del voto di laurea. La verbalizzazione, da compilarsi secondo la procedura denominata “firma digitale”, sarà responsabilità del Presidente della Commissione.
La decisione di voto avviene senza la presenza dello studente o di estranei. La Commissione dispone di centodieci punti; il voto minimo per il superamento dell’esame è di 66/110. Alla prova finale è attribuito il punteggio massimo di cinque/110.
Il Collegio didattico incentiva il compimento degli studi nella durata normale del corso (ovvero nella durata concordata, per gli studenti a tempo parziale), assegnando 1 punto su 110 aggiuntivo a chi si laurei nelle sessioni dell’ultimo anno di corso. Ai soli effetti di questa incentivazione, agli studenti che abbiano trascorso un periodo di studio all’estero nel quadro degli scambi promossi dall’Ateneo, la durata del corso di studi normale è incrementata della durata del periodo trascorso all’estero. Se uno studente ha speso all’estero un periodo di studio entro il quadro di un accordo Erasmus, viene aggiunto 1 punto su 110 alla media pesata.
Quando il candidato abbia ottenuto il massimo dei voti, può essere concessa la lode, purché con decisione unanime.
L’elaborato scritto, oggetto della prova finale, può essere redatto in lingua diversa dall’italiano, previa approvazione del relatore e del Collegio didattico. La discussione deve comunque essere condotta in italiano.
La discussione dell’elaborato in sede di prova finale può eventualmente essere accompagnata dall'uso di strumenti informatici o di altro genere, se essi sono utili per un migliore chiarimento dei contenuti o per l'esposizione delle metodologie impiegate.
Lo studente può ritirarsi dall’esame finale fino al momento di essere congedato dal Presidente della Commissione per dare corso alla decisione di voto.
La commissione, constatato il valore insufficiente dell’elaborato, lo può ricusare. Nel caso in cui lo studente non consegua il punteggio minimo per superare la prova finale, dovrà migliorare l'elaborato o comporne uno diverso, presentandosi ad una successiva sessione di laurea.

CALENDARI E INFORMAZIONI GENERALI SULL'ESAME DI LAUREA (CdS Culture e Civiltà) -> LINK [apre un una pagina]

Elenco delle proposte di tesi e stage

Proposte di tesi Area di ricerca
Ambiti di tesi Art & Architecture - Art & Architecture
Stage Area di ricerca
Lavorare in archivio Argomenti vari

Tutorato per studenti

Tutti i docenti del Corso di Studio possono fornire una forma di tutorato volta ad orientare e assistere gli studenti lungo tutto il corso degli studi.

Gestione carriere


Area riservata studenti