Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Per l'anno 2018/2019 Nessun calendario ancora disponibile

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria Corsi di Studio Medicina.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

B C D F G L M N P R S T Z

Bodini Alessandro

alessandro.bodini@univr.it +39 045 812 7124

Bravi Elena

elena.bravi@apss.tn.it

Buffelli Mario Rosario

mario.buffelli@univr.it +39 0458027268

Dal Prà Ilaria Pierpaola

ilaria.dalpra@univr.it +39 045 802 7161

Darra Francesca

francesca.darra@univr.it +39 045 812 7869

Ferrari Marcello

marcello.ferrari@univr.it +39 045 8124262

Fiorio Mirta

mirta.fiorio@univr.it +39 0458425133

Fratta Pasini Anna Maria

annamaria.frattapasini@univr.it +39 045 8124749

Fumagalli Guido Francesco

guido.fumagalli@univr.it 045 802 7605 (dipartimento)

Gotte Giovanni

giovanni.gotte@univr.it 0458027694

Grisenti Rolly

grisenti@science.unitn.it

Locatelli Francesca

francesca.locatelli@univr.it 045 8027655

Mantovani William

william.mantovani@univr.it

Mortari Luigina

luigina.mortari@univr.it 045 802 8652

Narduzzi Pamela

pamela.narduzzi@apss.tn.it

Pertile Riccardo

riccardo.pertile@apss.tn.it 0461 904694

Sala Francesco

francesco.sala@univr.it +39 045 812 2695 (segreteria)

Savazzi Silvia

silvia.savazzi@univr.it +39 0458027691

Sbarbati Andrea

andrea.sbarbati@univr.it +39 045 802 7266

Scapini Patrizia

patrizia.scapini@univr.it 0458027556

Signoretto Caterina

caterina.signoretto@univr.it 045 802 7195

Tamburin Stefano

stefano.tamburin@univr.it +39 0458124285 (segreteria)

Tassinari Giancarlo

giancarlo.tassinari@univr.it +39 0458027153

Trabetti Elisabetta

elisabetta.trabetti@univr.it 045/8027209

Zanoni Roberta

roberta.zanoni@univr.it

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S007312

Crediti

2

Lingua di erogazione

Italiano

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

M-PED/01 - PEDAGOGIA GENERALE E SOCIALE

Periodo

FISIO ROV 1^ ANNO - 2^ SEMESTRE dal 4-feb-2019 al 30-apr-2019.

Per visualizzare la struttura dell'insegnamento a cui questo modulo appartiene, consultare:  organizzazione dell'insegnamento

Obiettivi formativi

OBIETTIVO FORMATIVO GENERALE
L’insegnamento si propone di presentare e di far apprendere le conoscenze e le competenze necessarie affinché un operatore sanitario conosca cosa significa fare ricerca e sia in grado di elaborare progetti di ricerca qualitativi utili al miglioramento del contesto professionale.

OBIETTIVI FORMATIVI SPECIFICI
Conoscenza e capacità di comprensione
Al termine del corso lo studente dovrà:
• conoscere le linee essenziali dell’epistemologia della ricerca qualitativa applicata a contesti socio-sanitari;
• conoscere la specificità della ricerca qualitativa nelle sue linee paradigmatiche, filosofiche, epistemologiche, metodologiche.

Conoscenza e capacità di comprensione applicata
Al termine del corso lo studente avrà acquisito:
• la capacità di progettare esperienze di ricerca qualitativa contestualizzate nei contesti socio-sanitari;

Autonomia di giudizio
Al termine del corso lo studente avrà acquisito:
• la capacità di analizzare esperienze di ricerca qualitativa realizzate nei contesti socio-sanitari, individuandone gli elementi costitutivi, punti di forza e criticità in una prospettiva migliorativa;
• la consapevolezza della valenza etica di un’azione di ricerca, che si esprime nell’assumersi la responsabilità delle scelte epistemiche.

Abilità comunicative
Al termine del corso gli studenti dovranno:
• saper utilizzare in modo consapevole i termini specifici relativi alla ricerca qualitativa;
• saper comunicare ai colleghi la propria scelta di progetto di ricerca e sapersi confrontare in modo costruttivo con le visioni altrui;
• saper comunicare ai contesti sociali e pubblici l’importanza e la qualità delle proprie scelte relative ad un approccio di ricerca qualitativa;
• acquisire competenze di documentazione e presentazione (sia in ambito scientifico che divulgativo) degli interventi di ricerca.

Capacità di apprendere
Al termine del corso gli studenti dovranno:
• saper analizzare le diverse modalità di ricerca qualitativa al fine di incontrare le esigenze dei diversi contesti;
• essere in grado di reperire fonti necessarie a sviluppare modalità di ricerca qualitativa efficaci.

Programma

PROGRAMMA
La professionalità di ogni pratico, che non si viva come mero esecutore o tecnico, è connotata dalla capacità di leggere la realtà con le sue dinamiche e di pianificare interventi di miglioramento studiati a partire da una seria lettura del contesto. In una parola il professionista è un ricercatore pratico-riflessivo. Anche nel contesto sanitario il professionista ha urgenza di apprendere la competenza di ricerca come dimensione chiave per comprendere in profondità dinamiche e bisogni delle persone che ne fanno parte (pazienti, operatori sanitari, familiari) come anche dell’ambiente e dell’istituzione stessa.
Il corso intende presentare diversi approcci alla ricerca qualitativa, con relativo quadro epistemologico, filosofie di riferimento, metodi e strumenti. In maniera più approfondita il corso si soffermerà sullo studio di un tipo di ricerca che si connota per:
• la capacità di entrare dentro i vissuti delle persone (fenomenologico),
• di leggere i significati che ciascuno elabora personalmente (ermeneutico)
• dentro la rete delle relazioni e dei setting reali (ecologico e naturalistico),
• con un fine trasformativo e di miglioramento del sistema in cui opera (ricerca trasformativa).
Il corso, alternando lezioni frontali a esercitazioni laboratoriali, affronterà i seguenti argomenti:
• teorie della ricerca in ambito sanitario;
• metodi qualitativi nella ricerca;
• paradigma ecologico ed epistemologia naturalistica della ricerca e metodo fenomenologico-ermeneutico;
• pratiche di ricerca: strumenti di raccolta dati, di interpretazione, di condivisione e trasformazione.

PRE-REQUISITI
Agli studenti verrà richiesto quale prerequisito:
• una conoscenza di base dei principali paradigmi e metodi di ricerca applicati nei contesti socio-sanitari.

METODI DIDATTICI
All’interno del corso verranno attivate modalità didattiche di tipo laboratoriale, che permetteranno agli studenti di esercitarsi nella progettazione di interventi di ricerca qualitativa, permettendo loro di confrontarsi in presa diretta (o simulata) con le questioni epistemologiche, progettuali ed etiche della ricerca qualitativa.
Saranno presentati casi di studio ed esperienze tratte dal contesto professionale (contesti socio-sanitari), e si proporrà agli studenti, in gruppo, la simulazione della progettazione di percorsi di ricerca qualitativa.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Luigina Mortari e Luisa Saiani Gesti e Pensieri di Cura McGraw-Hill 2013
Luigina Mortari e Lucia Zannini La ricerca qualitativa in ambito sanitario Carrocci editore 2017

Modalità d'esame

MODALITÀ DI VERIFICA DEGLI APPRENDIMENTI
La valutazione degli apprendimenti avverrà attraverso un test scritto, con domande aperte, che intende verificare lo studio del libro di testo e la comprensione delle tematiche da parte dello studente, insieme alla sua capacità di rielaborare gli apprendimenti proponendo una personale ipotesi di percorso di ricerca.
Gli studenti dovranno dimostrare di:
• aver compreso gli elementi rilevanti che stanno alla base della ricerca qualitativa;
• essere in grado di presentare con precisione e capacità di sintesi le specificità della ricerca qualitativa;
• saper analizzare criticamente i casi di studio e le esperienze presentate.
Ad ogni domanda viene associato un punteggio che, sommato a quello delle altre, va a comporre la votazione in trentesimi.


LIBRO DI TESTO
* Mortari, L., e Saiani, L. (2013). Gesti e pensieri di cura. Milano: Mc Graw Hill.
* Mortari L., e Zannini, L. (2018), La ricerca qualitativa in ambito sanitario. Roma: Carocci.


Letture di approfondimento
Durante il corso verranno proposti agli studenti testi e articoli di approfondimento delle tematiche trattate, come rinforzo allo studio e come apertura a possibili percorsi ulteriori.
• Mortari L. (2007). Cultura della ricerca e pedagogia. Roma: Carocci.

Bibliografia

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.


Prova Finale

Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano degli studi, compresi quelli relativi all’attività di tirocinio. Alla preparazione della tesi sono assegnati 7 CFU.
La prova è organizzata, con decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, in due sessioni definite a livello nazionale.
La prova finale, con valore di esame di Stato abilitante, si compone di:

  • una prova pratica che consiste in un elaborato scritto strutturato, semi-strutturata o con domande aperte su casi/situazioni esemplificative della pratica professionale. La prova deve comprendere una selezione di quesiti di problem solving e di quesiti sulla presa di decisione nelle aree di competenza infermieristica.
  • La redazione di un elaborato di tesi e sua dissertazione.

 
Le due diverse componenti della prova finale devono concorrere in egual misura alla determinazione del voto finale. In caso di valutazione insufficiente della prova pratica l’esame si interrompe e si ritiene non superato. La prova finale viene sospesa e va ripetuta interamente in una seduta successiva.
Il punteggio finale di Laurea è espresso in centodecimi con eventuale lode. Esso viene formato sommando la media ponderata dei voti conseguiti negli esami di profitto, rapportata a 110, con il punteggio ottenuto nella prova pratica (6 punti) e nella discussione della Tesi (parimenti fino ad un massimo di 6 punti)
La Commissione di Laurea potrà attribuire ulteriori punti anche in base a: presenza di eventuali lodi ottenute negli esami sostenuti; partecipazione progetto Erasmus fino a 1 punto aggiuntivo; laurea entro i termini della durata normale del corso 1 punto
Lo studente avrà la supervisione di un docente del Corso di Laurea, detto Relatore, ed eventuali correlatori anche esterni al Corso di Laurea.
Scopo della tesi è quello di impegnare lo studente in un lavoro di formalizzazione, progettazione e di ricerca, che contribuisca sostanzialmente al completamento della sua formazione professionale e scientifica. Il contenuto della tesi deve essere inerente a tematiche o discipline strettamente correlate al profilo professionale.
La valutazione della tesi sarà basata sui seguenti criteri: livello di approfondimento del lavoro svolto, contributo critico del laureando, accuratezza della metodologia adottata per lo sviluppo della tematica.
È prevista la possibilità per lo studente di redigere l'elaborato in lingua inglese.
La scadenza per la presentazione della domanda di laurea e relativa documentazione, verrà indicata negli avvisi dello specifico Corso di Laurea

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf Guida per la stesura della tesi 87 KB, 02/11/21 

Gestione carriere


Area riservata studenti