Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2018/2019

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
Sem. 1A 24-set-2018 10-nov-2018
Sem. 1B 19-nov-2018 12-gen-2019
Sem. 2A 18-feb-2019 30-mar-2019
Sem. 2B 8-apr-2019 1-giu-2019
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione d'esame invernale 14-gen-2019 16-feb-2019
Sessione d'esame estiva (gli esami sono sospesi durante la sessione di laurea) 3-giu-2019 27-lug-2019
Sessione d'esame autunnale 26-ago-2019 21-set-2019
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
Sessione di laurea estiva 8-lug-2019 13-lug-2019
Sessione di laurea autunnale 4-nov-2019 9-nov-2019
Sessione di laurea invernale 30-mar-2020 4-apr-2020
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Ognissanti 1-nov-2018 1-nov-2018
Sospensione dell'attività didattica 2-nov-2018 3-nov-2018
Festa dell’Immacolata 8-dic-2018 8-dic-2018
Vacanze di Natale 24-dic-2018 5-gen-2019
Vacanze di Pasqua 19-apr-2019 23-apr-2019
Sospensione attività didattica 24-apr-2019 27-apr-2019
Festa della liberazione 25-apr-2019 25-apr-2019
Festa del lavoro 1-mag-2019 1-mag-2019
Sospensione dell' attività didattica 20-mag-2019 20-mag-2019
Festa del Santo Patrono 21-mag-2019 21-mag-2019
Festa della Repubblica 2-giu-2019 2-giu-2019
Vacanze Estive 12-ago-2019 17-ago-2019

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Didattica e Studenti Culture e Civiltà.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D F G L M P R S T Z

Aikema Bernard Jan Hendrik

bernard.aikema@univr.it (per tutti), aikemaforstudents@gmail.com (per studenti) +39 045802 8197

Arcangeli Alessandro

alessandro.arcangeli@univr.it +39 045802 8351

Artoni Paola

paola.artoni@univr.it 045.802.8141

Barbierato Federico

federico.barbierato@univr.it 045 802 8351

Bassetti Massimiliano

massimiliano.bassetti@univr.it 045802 8376

Basso Patrizia

patrizia.basso@univr.it +39 045802 8638

Borghetti Vincenzo

vincenzo.borghetti@univr.it +39 045 802 8584

Boscaini Maurizio

maurizio.boscaini@univr.it

Buonopane Alfredo

alfredo.buonopane@univr.it +39 0458028120

Camurri Renato

renato.camurri@univr.it +39 045 802 8635

Ciancio Luca

luca.ciancio@univr.it +39 045802 8122

Coden Fabio

fabio.coden@univr.it 045802 8365

Concina Chiara Maria

chiara.concina@univr.it +39 045 802 8325

Cretella Stefania

stefania.cretella@libero.it

Dal Pozzolo Enrico

enrico.dalpozzolo@univr.it +39 045802 8569

Dobreva Diana Sergeeva

dianasergeeva.dobreva@univr.it +39 045802 8392

Ferrarini Edoardo

edoardo.ferrarini@univr.it +39 045802 8112

Formiga Federica

federica.formiga@univr.it 045802 8123

Forner Fabio

fabio.forner@univr.it + 39 045 802 8194

Franco Tiziana

tiziana.franco@univr.it +39 045802 8380

Giannotti Vincenzo

vincenzo.giannotti@univr.it

Grossi Piergiovanna

piergiovanna.grossi@univr.it

Guidarelli Gianmario

gianmario.guidarelli@univr.it

Lazzarin Gianmarco

gianmarco.lazzarin@univr.it 045 802 8391

Lerco Elisa

elisa.lerco@univr.it

Ligugnana Giovanna

giovanna.ligugnana@univr.it +39 045 8028892

Lupi Francesco

francesco.lupi@univr.it

Mastrocinque Attilio

attilio.mastrocinque@univr.it +39 045802 8386

Migliavacca Mara Gioia

maragioia.migliavacca@univr.it +39 045802 8392

Molteni Monica

monica.molteni@univr.it 045 8028021

Paini Anna Maria

anna.paini@univr.it +39 045802 8129

Pappalardo Maria

maria.pappalardo@univr.it +39 045802 8391
Foto,  14 aprile 2018

Pasini Roberto

pasini.roberto@univr.it +39 045802 8121

Pasqualicchio Nicola

nicola.pasqualicchio@univr.it 0458028585

Ponchia Simonetta

simonetta.ponchia@univr.it +39 045802 8365

Prandi Luisa

luisa.prandi@univr.it +39 045 802 8718

Raccanelli Renata

renata.raccanelli@univr.it 0458028366

Rossi Mariaclara

mariaclara.rossi@univr.it 045 802 8380

Saggioro Fabio

fabio.saggioro@univr.it +39 045 802 8113

Salgaro Silvino

silvino.salgaro@univr.it +39 045802 8272

Scandola Alberto

alberto.scandola@univr.it 045.8028586

Terraroli Valerio

valerio.terraroli@univr.it 0458028441

Zamperini Alessandra

alessandra.zamperini@univr.it 0458028685

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

CURRICULUM TIPO:
InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
A
(M-GGR/01)
Un insegnamento a scelta
6
A
(L-FIL-LET/09)
6
A
(L-FIL-LET/02)
6
A
(L-FIL-LET/04)
Lingua straniera competenza linguistica liv. B1 completo
6
E
-
InsegnamentiCreditiTAFSSD
Un insegnamento a scelta
6
A
(L-ANT/02)
6
A
(L-ANT/03)
Due insegnamenti a scelta
6
B
(M-STO/08)
6
B
(L-ANT/01)
6
B
(L-ANT/01)

1° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
A
(M-GGR/01)
Un insegnamento a scelta
6
A
(L-FIL-LET/09)
6
A
(L-FIL-LET/02)
6
A
(L-FIL-LET/04)
Lingua straniera competenza linguistica liv. B1 completo
6
E
-

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
Un insegnamento a scelta
6
A
(L-ANT/02)
6
A
(L-ANT/03)
Due insegnamenti a scelta
6
B
(M-STO/08)
6
B
(L-ANT/01)
6
B
(L-ANT/01)
Insegnamenti Crediti TAF SSD
Tra gli anni: 1°- 2°- 3°
Tra gli anni: 1°- 2°- 3°
Altre attivita' formative
6
F
-

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S02191

Crediti

12

Coordinatore

Patrizia Basso

Offerto anche nei corsi

L'insegnamento è organizzato come segue:

I modulo parte (i)

Crediti

6

Periodo

Sem. 1B

Ii modulo parte (p)

Crediti

6

Periodo

Sem. 2A

Obiettivi formativi

------------------------
MM: I MODULO PARTE (I)
------------------------
ll corso intende fornire i primi strumenti metodologici e le conoscenze di base per lo studio delle espressioni materiali della civiltà greca e romana, dal IX sec. a.C. al IV d.C. In particolare, il corso si concentrerà sull’architettura del mondo greco e romano, considerandone gli aspetti tecnico-costruttivi e gli apparati decorativi e cogliendo le dinamiche storiche, socio-economiche e culturali che ne caratterizzano l’evoluzione. I risultati di apprendimento attesi sono: CONOSCENZE: 1. Conoscere la terminologia archeologica e tecnica di base. 2. Conoscere le periodizzazioni del mondo greco e romano per potervi collocare adeguatamente i complessi monumentali di maggior rilevanza. 3. Conoscere lo sviluppo diacronico delle tecniche e degli stili, le forme culturali sottese alle scelte artistiche e il ruolo della committenza. ABILITA’ 1. Saper utilizzare correttamente la terminologia archeologica di base, con particolare attenzione a quella inerente l’architettura antica nei suoi aspetti tecnici e decorativi. 2. Saper applicare un approccio metodologico interdisciplinare nella lettura e interpretazione storico-artistica dell’antico. 3. Saper contestualizzare nel quadro storico e socio-economico le manifestazioni artistiche della civiltà greco-romana. 4. Sapere comunicare aspetti del patrimonio archeologico greco e romano, con una terminologia appropriata
------------------------
MM: II MODULO PARTE (P)
------------------------
Obiettivo preminente del corso di Archeologia e storia dell’arte greca e romana (ii) è costituito dall’acquisizione delle conoscenze utili al riconoscimento e alla classificazione tipologica, funzionale e cronologica delle manifestazioni artistiche e artigianali della civiltà greco-romana tra il IX sec. a.C. e gli inizi del IV sec. d.C. Il quadro generale della produzione artistica di età greco-romana verrà sviluppato durante lo svolgersi delle lezioni seguendo una scansione per fasi cronologiche e focalizzando l’attenzione sulla scultura antica, i ritratti, le arti suntuarie, la ceramica e il vetro. Durante le lezioni un filo conduttore sarà quello di indagare il rapporto tra la cultura greca e romana e la sua manifestazione particolare nell’arte e la cultura materiale antica. I risultati di apprendimento attesi sono: CONOSCENZE: 1. Conoscere la terminologia archeologica e tecnica di base. 2. Conoscere le periodizzazioni del mondo greco e romano per potervi collocare adeguatamente i monumenti e gli oggetti di maggior rilevanza. 3. Conoscere lo sviluppo diacronico delle tecniche e degli stili, le forme culturali sottese alle scelte artistiche e il ruolo della committenza. ABILITA’ 1. Saper utilizzare correttamente la terminologia archeologica di base, con particolare attenzione a quella inerente la cultura materiale. 2. Saper applicare un approccio metodologico interdisciplinare nella lettura e interpretazione storico-artistica dell’antico. 3. Saper contestualizzare nel quadro storico e socio-economico le manifestazioni artistiche della civiltà greco-romana. 4. Saper comunicare aspetti del patrimonio archeologico greco e romano, con una terminologia appropriata.

Programma

------------------------
MM: I MODULO PARTE (I)
------------------------
1. L’architettura nel mondo greco e romano: le principali tipologie monumentali lette attraverso le fonti letterarie ed epigrafiche e i loro resti materiali, in relazione alla società e alla cultura del tempo: a. Cenni di urbanistica greca e romana b. Mura e porte c. Agorai e fori e gli edifici che vi gravitavano d. Edifici di culto e. Edifici per spettacoli f. Terme e apprestamenti idraulici g. Lo spazio privato: palazzi, case, villae, tombe 2. I materiali e le tecniche costruttive. 3. Gli apparati decorativi (elementi architettonici, pavimentazioni, pitture parietali). Non sono necessari prerequisiti, ma è preferibile avere conoscenze di base di storia greca e romana. Gli incontri in aula prevedono lezioni frontali sulla base di PowerPoint che verranno forniti agli studenti tramite la piattaforma e-learning Farà parte integrante del corso una visita guidata ai principali edifici pubblici e privati della Verona romana. Agli studenti del corso sarà offerta la possibilità di partecipare a campagne di scavo estive dirette dal titolare del corso ad Aquileia e nella bassa pianura veronese. Testi di riferimento Appunti dalle lezioni e materiale illustrativo fornito attraverso la piattaforma e-learning (Power Point delle lezioni). Ogni studente dovrà poi scegliere una classe di monumenti da approfondire, considerandone l’evoluzione diacronica dal mondo greco al romano, le specificità tecniche, gli apparati decorativi, la loro collocazione urbana e i rapporti con la realtà storica, socio-economica e culturale in cui si inserivano, traendo le informazioni dai seguenti volumi: Per l’architettura greca: R. Martin, Architettura greca, Milano 1980 oppure E. Lippolis, M. Livadotti, G. Rocco, Architettura greca. Storia e monumenti del mondo della polis dalle origini al V secolo, Milano 2007 Per l’architettura romana: P. Gros, L’architettura romana, I monumenti pubblici, I, Milano 2001. J.-P. Adam, L’arte di costruire presso i Romani. Materiali e tecniche, Milano 1988 oppure C. Malacrino, Ingegneria dei Greci e dei Romani, Verona 2013. La frequenza alle lezioni è fortemente raccomandata. Per i casi motivati di studenti non frequentanti, è previsto lo studio integrale, oltre ai PowerPoint delle lezioni, del testo di P. Gros sopra menzionato e di: Dizionario di archeologia (a cura di R. Francovich e D. Manacorda), Editori Laterza, Roma-Bari 2006, le seguenti voci: Architettura, archeologia della pp. 39-43 Contesto pp. 90-92 Storia, archeologia e pp. 286-305 Storia dell'arte, archeologia e pp. 311-319 Urbana, archeologia pp. 350-355
------------------------
MM: II MODULO PARTE (P)
------------------------
Il corso intende fornire una base introduttiva allo studio dell'evoluzione storica della civiltà greco-romana attraverso l’esame delle realizzazioni artistiche e artigianali prodotte tra il IX sec. a.C. e gli inizi del IV sec. d.C. Il programma del corso si struttura nelle seguenti unità didattiche: 1. La scultura - I modelli greci - Il repertorio ellenistico - Il rilievo storico romano - I grandi monumenti trionfali 2. I ritratti - L’arte perduta e le copie di età romana - I tipi statuari - Il rapporto tra la cultura greca e romana 3. La ceramica - La ceramica greca e magno-greca: a) Repertori e produzioni b) Nella bottega del vasaio c) La pittura a figure nere d) La pittura a figure rosse - La ceramica romana: a) Produzione e commercio b) Consumo e globalizzazione 4. Il vetro - Tecnologie e officine - Il vetro a matrice di età ellenistica - Il vetro cammeo - Il vetro soffiato Approfondimenti All’interno il corso prevede alcuni approfondimenti, sviluppati secondo un’ottica trasversale come il rapporto tra la scultura greca e romana; la ceramografia e la trasmissione d’immagine; la globalizzazione del gusto in epoca romana. È atteso che lo studente abbia frequentato la prima parte del corso – Archeologia e storia dell’arte greca e romana (i). Lo studio della materia d'esame presuppone una buona conoscenza della storia greca e romana e della geografia (si consiglia l'uso di un atlante storico). È vivamente raccomandata la partecipazione ai seminari di approfondimento e agli scavi organizzati dalle discipline afferenti al Settore di Archeologia classica. Gli incontri in aula prevedono lezioni frontali sulla base di Powerpoint che verranno forniti agli studenti tramite la piattaforma e-learning. Farà parte integrante del corso una visita guidata nel Museo Archeologico al Teatro Romano di Verona.

Modalità d'esame

------------------------
MM: I MODULO PARTE (I)
------------------------
L’obiettivo della prova di esame consiste nella verifica dei risultati d’apprendimento attesi precedentemente precisati. L’esame prevede una prova scritta che per gli studenti frequentanti verterà sul riconoscimento di 6 complessi monumentali, sulla base delle immagini contenute nelle slide fornite on line e su 4 domande aperte, di cui una riguarderà la classe di monumenti scelta dallo studente come approfondimento personale; i non frequentanti dovranno rispondere anche a due ulteriori domande sui testi di studio. Per la valutazione si terrà conto della capacità dello studente di riconoscere con competenza e sicurezza i contesti e monumenti presentati a lezione, affrontandone la descrizione e l'inquadramento cronologico.
------------------------
MM: II MODULO PARTE (P)
------------------------
L’obiettivo della prova di esame consiste nella verifica dei risultati d’apprendimento attesi precedentemente precisati. L’esame prevede una prova scritta che per gli studenti frequentanti verterà sul riconoscimento di 6 monumenti e artefatti, sulla base delle immagini contenute nelle slides fornite on line e su 4 domande aperte; i non frequentanti dovranno rispondere anche a due domande in più sui testi di studio. Per la valutazione si terrà conto della capacità dello studente di riconoscere con competenza e sicurezza i monumenti e i reperti presentati a lezione, affrontandone la descrizione e l'inquadramento cronologico e la capacità di derivare dallo studio tecnico dei manufatti riflessioni di ordine socio-economico e storico-culturale.

Bibliografia

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
R.Martin Architettura greca electa 1980 Non va studiato integralmente: è uno dei volumi da cui trarre materiale per approfondire qualche tema a scelta: si veda nel programma la spiegazione dettagliata
E. Lippolis, M. Livadotti, G. Rocco Architettura greca. Storia e monumenti del mondo della polis dalle origini al V secolo Mondadori Bruno 2007 Non va studiato integralmente. E' uno dei libri da cui trarre materiale per approfondire qualche tema a scelta. Si veda nel programma la descrizione dettagliata
R. Francovich e D. Manacorda Dizionario di archeologia Laterza 2006 Solo per i non frequentanti. Si veda nel programma la descrizione dettagliata delle voci da studiare
C. Malacrino Ingegneria dei Greci e dei Romani Arsenale editrice 2013 Non va studiato integralmente. E' uno dei libri da cui trarre materiale per approfondire qualche tema a scelta. Si veda nel programma la descrizione dettagliata
P. Gros L'architettura romana. Dal inizi del III secolo a.C. alla fine dell'alto Impero.I monumenti pubblici I Longanesi 2001 Non va studiato integralmente. E' uno dei testi da cui trarre materiale per approfondire qualche tema a scelta. Si veda nel programma la descrizione dettagliata
J.-P. Adam L'arte di costruire presso i Romani. Materiali e tecniche Longanesi 1988 Non va studiato integralmente. E' uno dei libri da cui trarre materiale per approfondire qualche tema a scelta. Si veda nel programma la descrizione dettagliata
M. Bolla Verona romana Cierre Edizioni 2015
R. Martin Architettura greca 1980
G. Bejor, M. Castoldi, C. Lambrugo Arte greca. Dal decimo al primo secolo a.C. Mondadori Università 2013 I seguenti paragrafi: Capitolo 1, paragrafi: 1.1, 1.3 Capitolo 2, paragrafi: 2.1, 2.3, 2.5 Capitolo 3, paragrafi: 3.1, 3.3, 3.5, 3.9, 3.10 Capitolo 4, paragrafi: 4.1, 4.2, 4.5, 4.6 Capitolo 5, paragrafi: 5.1, 5.4 Capitolo 6, paragrafi: 6.1, 6.3, 6.5 Capitolo 7, paragrafi: 7.1, 7.2.1, 7.2.2, 7.3, 7.4 Capitolo 8, paragrafi: 8.1, 8.2.2, 8.5
M. Papini Arte romana Mondadori Università 2016 I seguenti paragrafi: Capitolo 10, pp. 291-319. Capitolo 11, pp. 320-344. Capitolo 13, pp. 361-383. Capitolo 16, pp. 424-449. Capitolo 17, pp. 450-466.
G. Bejor, M. Castoldi, C. Lambrugo, E. Panero Botteghe e artigiani Mondadori Università 2012 I seguenti paragrafi: Capitolo 3, paragrafi: 3.1, 3.2 Capitolo 5
D. Gandolfi La ceramica e i materiali di età romana. Classi, produzioni, commerci e consumi 2005

Tipologia di Attività formativa D e F

Prima parte del primo semestre Dal 24/09/18 Al 10/11/18
anni Insegnamenti TAF Docente
1° 2° 3° "caro mostro. duecento anni di frankenstein" F Nicola Pasqualicchio (Coordinatore)
1° 2° 3° Ciclo di conferenze musica/culture/civiltà F Vincenzo Borghetti (Coordinatore)
1° 2° 3° Conferenze di Castelvecchio "Civici musei d'arte di Verona" F Alessandra Zamperini (Coordinatore)
1° 2° 3° Corso C.T.G. F Alessandra Zamperini (Coordinatore)
1° 2° 3° Documentazione grafica e fotografica dei reperti archeologici: dal disegno archeologico tradizionale a quello digitale F Diana Sergeeva Dobreva (Coordinatore)
1° 2° 3° Giovedì' culturali dell'ISSR I ciclo F Tiziana Franco (Coordinatore)
1° 2° 3° Roman pottery in the adriatic. production, typology and distribution. F Diana Sergeeva Dobreva (Coordinatore)
1° 2° 3° Univero’ 2018 F Tiziana Franco (Coordinatore)
Seconda parte del primo semestre Dal 19/11/18 Al 12/01/19
anni Insegnamenti TAF Docente
1° 2° 3° Conferenze di Castelvecchio "Civici musei d'arte di Verona" F Alessandra Zamperini (Coordinatore)
1° 2° 3° Conferenze "storia dell'arte contemporanea" F Roberto Pasini (Coordinatore)
1° 2° 3° Conferenze "un nuovo gesto, una nuova materia" F Roberto Pasini (Coordinatore)
1° 2° 3° Corso C.T.G. F Alessandra Zamperini (Coordinatore)
1° 2° 3° Documentazione grafica e fotografica dei reperti archeologici: dal disegno archeologico tradizionale a quello digitale F Diana Sergeeva Dobreva (Coordinatore)
1° 2° 3° Epigrafia della produzione e della distribuzione F Alfredo Buonopane (Coordinatore)
1° 2° 3° Giornate di studio "pisanello e ciclo mantovano" F Monica Molteni (Coordinatore)
1° 2° 3° Giornate FAI d'autunno F Monica Molteni (Coordinatore)
1° 2° 3° Giovedì' culturali dell'ISSR I ciclo F Tiziana Franco (Coordinatore)
1° 2° 3° Giovedì' culturali dell'ISSR II ciclo F Tiziana Franco (Coordinatore)
1° 2° 3° Introduzione alla geofisica archeologica F Patrizia Basso (Coordinatore)
1° 2° 3° "introduzione allo studio delle arti decorative" F Valerio Terraroli (Coordinatore)
1° 2° 3° "le grandi trasformazioni degli anni '60-'70 e l'italia cinquant'anni dopo" F Renato Camurri (Coordinatore)
1° 2° 3° Metodologie per lo studio della storia dell'arte e riconoscimento F Enrico Dal Pozzolo (Coordinatore)
1° 2° 3° Scrivere una tesi F Alessandro Arcangeli (Coordinatore)
Prima parte del secondo semestre Dal 18/02/19 Al 30/03/19
anni Insegnamenti TAF Docente
1° 2° 3° Conferenze di Castelvecchio "Civici musei d'arte di Verona" F Alessandra Zamperini (Coordinatore)
1° 2° 3° Conferenze "storia dell'arte contemporanea" F Roberto Pasini (Coordinatore)
1° 2° 3° Corso C.T.G. F Alessandra Zamperini (Coordinatore)
1° 2° 3° Documentazione grafica e fotografica dei reperti archeologici: dal disegno archeologico tradizionale a quello digitale II F Diana Sergeeva Dobreva (Coordinatore)
1° 2° 3° Giornate FAI di primavera F Monica Molteni (Coordinatore)
1° 2° 3° Iconografia della moda femminile: il significato sociale degli abiti attraverso le immagini dal rinascimento al seicento F Alessandra Zamperini (Coordinatore)
1° 2° 3° Introduzione alla medicina mesopotamica F Simonetta Ponchia (Coordinatore)
1° 2° 3° Laboratorio di approfondimento sulla metodologia della ricerca antropologica F Stefano Maltese (Coordinatore)
1° 2° 3° Laboratorio di base di dati F Maurizio Boscaini (Coordinatore)
1° 2° 3° Laboratorio di fotografia F Marco Ambrosi (Coordinatore)
1° 2° 3° Laboratorio di storia della miniatura F Marta Minazzato (Coordinatore)
1° 2° 3° Laboratorio sulle tecniche di indagine non invasiva delle opere pittoriche F Paola Artoni (Coordinatore)
1° 2° 3° "la conservazione dei beni culturali ecclesiastici" F Gianmario Guidarelli (Coordinatore)
1° 2° 3° Scrivere una tesi F Alessandro Arcangeli (Coordinatore)
Seconda parte del secondo semestre Dal 08/04/19 Al 01/06/19
anni Insegnamenti TAF Docente
1° 2° 3° Conferenze di Castelvecchio "Civici musei d'arte di Verona" F Alessandra Zamperini (Coordinatore)
1° 2° 3° Conferenze "storia dell'arte contemporanea" F Roberto Pasini (Coordinatore)
1° 2° 3° Corso C.T.G. F Alessandra Zamperini (Coordinatore)
1° 2° 3° Documentazione grafica e fotografica dei reperti archeologici: dal disegno archeologico tradizionale a quello digitale II F Diana Sergeeva Dobreva (Coordinatore)
1° 2° 3° FAI un giro in villa F Monica Molteni (Coordinatore)
1° 2° 3° Laboratorio di archeologia medievale F Elisa Lerco (Coordinatore)
1° 2° 3° Laboratorio di base di dati F Maurizio Boscaini (Coordinatore)
1° 2° 3° "la conservazione dei beni culturali ecclesiastici" F Gianmario Guidarelli (Coordinatore)
1° 2° 3° Storia, materiali tecniche e critica delle arti decorative F Stefania Cretella (Coordinatore)
1° 2° 3° Stranalandia. Dalla narrazione al teatro F Nicola Pasqualicchio (Coordinatore)
1° 2° 3° Web e beni culturali F Piergiovanna Grossi (Coordinatore)

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Esercitazioni Linguistiche CLA


Tutorato per studenti

Tutti i docenti del Corso di Studio possono fornire una forma di tutorato volta ad orientare e assistere gli studenti lungo tutto il corso degli studi.

Prova finale

La prova finale per il conseguimento del titolo consiste nella discussione di un elaborato scritto, di circa 30 cartelle di 2500 battute, su un argomento concordato con il relatore. Alla prova finale sono riservati 6 CFU.
L’elaborato scritto verrà caricato on line dal candidato e dovrà essere approvato dal relatore prima della sua discussione.
Le discussioni dell’elaborato finale avvengono davanti a sottocommissioni di almeno tre membri, dei quali uno sarà il relatore, uno il correlatore, il terzo un altro docente dell’Ateneo oppure un esperto esterno nominato dal Presidente del Collegio didattico. La discussione si svolgerà nei giorni precedenti la proclamazione in data concordata dai componenti la sottocommissione. Il risultato della discussione e la proposta di valutazione saranno tempestivamente comunicati dal Presidente della sottocommissione al Presidente della Commissione per la prova finale.
La Commissione per la prova finale procederà alla valutazione, tenendo conto della proposta delle sottocommissioni, alla proclamazione e alla comunicazione del voto di laurea. La verbalizzazione, da compilarsi secondo la procedura denominata “firma digitale”, sarà responsabilità del Presidente della Commissione.
La decisione di voto avviene senza la presenza dello studente o di estranei. La Commissione dispone di centodieci punti; il voto minimo per il superamento dell’esame è di 66/110. Alla prova finale è attribuito il punteggio massimo di cinque/110.
Il Collegio didattico incentiva il compimento degli studi nella durata normale del corso (ovvero nella durata concordata, per gli studenti a tempo parziale), assegnando 1 punto su 110 aggiuntivo a chi si laurei nelle sessioni dell’ultimo anno di corso. Ai soli effetti di questa incentivazione, agli studenti che abbiano trascorso un periodo di studio all’estero nel quadro degli scambi promossi dall’Ateneo, la durata del corso di studi normale è incrementata della durata del periodo trascorso all’estero. Se uno studente ha speso all’estero un periodo di studio entro il quadro di un accordo Erasmus, viene aggiunto 1 punto su 110 alla media pesata.
Quando il candidato abbia ottenuto il massimo dei voti, può essere concessa la lode, purché con decisione unanime.
L’elaborato scritto, oggetto della prova finale, può essere redatto in lingua diversa dall’italiano, previa approvazione del relatore e del Collegio didattico. La discussione deve comunque essere condotta in italiano.
La discussione dell’elaborato in sede di prova finale può eventualmente essere accompagnata dall'uso di strumenti informatici o di altro genere, se essi sono utili per un migliore chiarimento dei contenuti o per l'esposizione delle metodologie impiegate.
Lo studente può ritirarsi dall’esame finale fino al momento di essere congedato dal Presidente della Commissione per dare corso alla decisione di voto.
La commissione, constatato il valore insufficiente dell’elaborato, lo può ricusare. Nel caso in cui lo studente non consegua il punteggio minimo per superare la prova finale, dovrà migliorare l'elaborato o comporne uno diverso, presentandosi ad una successiva sessione di laurea

Allegati

Elenco delle proposte di tesi e stage

Proposte di tesi Area di ricerca
Ambiti di tesi Art & Architecture - Art & Architecture
Stage Area di ricerca
Lavorare in archivio Argomenti vari

Gestione carriere


Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.