Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2012/2013

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
Lezioni 2°anno 1° semestre 1-ott-2012 16-nov-2012
Lezioni 3°anno 1° semestre 1-ott-2012 9-nov-2012
Lezioni 1°anno 1° semestre 8-ott-2012 14-dic-2012
Lezioni 3°anno 2° semestre 27-feb-2013 30-mar-2013
Lezioni 2°anno 2° semestre 4-mar-2013 19-apr-2013
Lezioni 1°anno 2° semestre 4-mar-2013 26-apr-2013
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione Invernale 2° ANNO 26-nov-2012 20-dic-2012
Sessione Invernale 1° ANNO 7-gen-2013 1-feb-2013
Sessione Invernale 3° ANNO 4-feb-2013 1-mar-2013
Sessione Estiva 2° ANNO 29-apr-2013 24-mag-2013
Sessione Estiva 1°- 3° ANNO 1-lug-2013 31-lug-2013
Sessione Autunnale 2-set-2013 28-set-2013
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
1^ Sessione 1-ott-2013 30-nov-2013
2^ Sessione 1-mar-2014 30-apr-2014
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Ognissanti 1-nov-2012 1-nov-2012
Festa dell'Immacolata Concezione 8-dic-2012 8-dic-2012
Vacanze di Natale 21-dic-2012 6-gen-2013
Vacanze di Pasqua 29-mar-2013 2-apr-2013
Festa della Liberazione 25-apr-2013 25-apr-2013
Festa del Lavoro 1-mag-2013 1-mag-2013
Festa della Repubblica 2-giu-2013 2-giu-2013
Festa Santo Patrono di Rovereto 5-ago-2013 5-ago-2013
Vacanze estive 9-ago-2013 16-ago-2013
Altri Periodi
Descrizione Periodo Dal Al
Tirocinio 3°anno 1° semestre Tirocinio 3°anno 1° semestre 12-nov-2012 1-feb-2013
Tirocinio 2°anno 1° semestre Tirocinio 2°anno 1° semestre 7-gen-2013 2-mar-2013
Tirocinio 1°anno 1° semestre Tirocinio 1°anno 1° semestre 4-feb-2013 1-mar-2013
Tirocinio 3°anno 2° semestre Tirocinio 3°anno 2° semestre 15-apr-2013 21-giu-2013
Tirocinio 1°anno 2° semestre Tirocinio 1°anno 2° semestre 29-apr-2013 21-giu-2013
Tirocinio 2°anno 2° semestre Tirocinio 2°anno 2° semestre 27-mag-2013 19-lug-2013

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria Corsi di Studio Medicina.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D F G L M P R S T Z

Bellavite Paolo

paolo.bellavite@univr.it 0458027554

Benini Luigi

luigi.benini@univr.it +39 045 812 4152

Bodini Alessandro

alessandro.bodini@univr.it +39 045 812 7124

Bruni Attila

attila.bruni@soc.unitn.it

Buffelli Mario Rosario

mario.buffelli@univr.it +39 0458027268

Concato Davide

Conforti Anita

anita.conforti@univr.it 045 8027602

Dal Prà Ilaria Pierpaola

ilaria.dalpra@univr.it +39 045 802 7161

Darra Francesca

francesca.darra@univr.it +39 045 812 7869

De Marco Roberto

roberto.demarco@univr.it 045 8027629

Ferrari Marcello

marcello.ferrari@univr.it +39 045 8124262

Ferrari Maria Gloria

gloria.ferrari@apss.tn.it +039 0464 453148

Fiorio Mirta

mirta.fiorio@univr.it +39 0458425133

Francesconi Denis

Fratta Pasini Anna Maria

annamaria.frattapasini@univr.it +39 045 8124749

Ghirotto Luca

luca.ghirotto@univr.it

Grisenti Rolly

grisenti@science.unitn.it

Mantovani William

william.mantovani@univr.it

Menegazzi Marta

marta.menegazzi@univr.it +39 045 802 7168

Mottes Monica

monica.mottes@univr.it +39 045 8027 184

Raffaeta' Roberta

Romeo Luciano

luciano.romeo@univr.it 045 8124295 - 8124969

Savazzi Silvia

silvia.savazzi@univr.it +39 0458027691

Sbarbati Andrea

andrea.sbarbati@univr.it +39 045 802 7266

Signoretto Caterina

caterina.signoretto@univr.it 045 802 7195

Tassinari Giancarlo

giancarlo.tassinari@univr.it +39 0458027153

Zanusso Gianluigi

gianluigi.zanusso@univr.it +39 0458124285

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
7
A/B
(BIO/16 ,BIO/17 ,MED/48)
6
A/B
(BIO/09 ,MED/48)
6
A/B
(BIO/09 ,M-PSI/01)
1
F
(INF/01)
3
E/F
(L-LIN/12)
5
A/B
(M-DEA/01 ,MED/36 ,MED/42 ,MED/48)
5
A/B
(MED/34 ,MED/48 ,M-PED/01)
8
A/B
(BIO/10 ,BIO/13 ,FIS/07 ,MED/01)
InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
B
(MED/26 ,MED/27)
4
A/B
(BIO/14 ,MED/05 ,MED/07)
4
B
(MED/48 ,MED/50 ,M-PSI/02)
9
B
(MED/16 ,MED/33 ,MED/34 ,MED/48)
5
B
(MED/38 ,MED/39 ,MED/48)

1° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
7
A/B
(BIO/16 ,BIO/17 ,MED/48)
6
A/B
(BIO/09 ,MED/48)
6
A/B
(BIO/09 ,M-PSI/01)
1
F
(INF/01)
3
E/F
(L-LIN/12)
5
A/B
(M-DEA/01 ,MED/36 ,MED/42 ,MED/48)
5
A/B
(MED/34 ,MED/48 ,M-PED/01)
8
A/B
(BIO/10 ,BIO/13 ,FIS/07 ,MED/01)

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
B
(MED/26 ,MED/27)
4
A/B
(BIO/14 ,MED/05 ,MED/07)
4
B
(MED/48 ,MED/50 ,M-PSI/02)
9
B
(MED/16 ,MED/33 ,MED/34 ,MED/48)
5
B
(MED/38 ,MED/39 ,MED/48)

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S000139

Crediti

5

Coordinatore

Nunzia Mazzini

L'insegnamento è organizzato come segue:

Riabilitazione neurologica

Crediti

2

Periodo

Lezioni 2°anno 2° semestre

Metodologia della riabilitazione neurologica

Crediti

2

Periodo

Lezioni 2°anno 2° semestre

Semeiotica neuroriabilitativa

Crediti

1

Periodo

Lezioni 2°anno 2° semestre

Obiettivi formativi

Modulo: METODOLOGIA DELLA RIABILITAZIONE NEUROLOGICA
-------
- Acquisire conoscenze teoriche per valutare le alterazioni a carico delle principali funzioni
da recuperare nel paziente neurologico con particolare attenzione all’emiplegia
- Acquisire la capacità di progettare ed attuare un adeguato trattamento riabilitativo
secondo le varie metodologie d’intervento


Modulo: RIABILITAZIONE NEUROLOGICA
-------
comprendere il ruolo dell’intervento riabilitativo nelle malattie neurologiche e nei traumi a carico del SNC e SNP a maggior impatto disabilitante e con limitazione alla partecipazione alla vita sociale. Comprendere la necessità di un approccio olistico al paziente e la interprofessionalità e interdisciplinarietà della riabilitazione


Modulo: SEMEIOTICA NEURORIABILITATIVA
-------
saper identificare bisogni, problemi ed alterazioni funzionali specifiche delle principali patologie neurologiche, definire gli obiettivi riabilitativi e pianificare il trattamento, proponendo le modalità riabilitative più adatte al loro raggiungimento.

Programma

Modulo: METODOLOGIA DELLA RIABILITAZIONE NEUROLOGICA
-------
1. Principi base dei modelli riabilitativi nella storia della riabilitazione neurologica
2. Valutazione e programmazione dell’intervento riabilitativo del paziente neurologico
secondo i vari approcci riabilitativi


Programma in forma estesa:
- Conoscere le varie teorie della rabilitazione neurologica e i diversi approcci metodologici (teoria analitico-culturista, teoria neuromotoria e teoria cognitivista)
-Conoscere origine, evoluzione e applicazione delle principali metodiche in neuroriabilitazione con particolare approfondimento del metodo Kabat, del metodo Bobath e dell’Esercizio terapeutico Conoscitivo.
- Accenno ad altre metodologie : Brunnstrom, Vojta, e Constraint Induced Movement Therapy
- Il concetto Kabat e la sua elaborazione: esempi di facilitazioni neurocinetiche.
- Il concetto Bobath : il tono muscolare, evoluzione del concetto di “schema patologico”, le reazioni di equilibrio e raddrizzamento, il balance, ; esempi di: allineamento posturale, facilitazioni, problem solving.
- Perfetti e l’E.T.C.: valutazione dello specifico motorio e le funzioni da recuperare nel paziente emiplegico; ipotesi riabilitative a carico della motilità dell’arto superiore, tronco e arto inferiore
- Integrazione delle diverse modalità operative in considerazione di valori e bisogni del paziente.
- Le problematiche in itinere durante la valutazione e il trattamento riabilitativo a carico della spalla nel paziente emiplegico
- Analisi cinesiologica e funzionale, valutazione e trattamento dei compensi del paziente emiplegico durante la deambulazione
- Trattamento della Pusher Sindrome
- La “cartella fisioterapica didattica”: suo utilizzo come strumento di lavoro; dall’analisi dei dati alla stesura del programma riabilitativo.


Modulo: RIABILITAZIONE NEUROLOGICA
-------
Programma in forma sintetica (n° 4 righe max):
Atto motorio, integrazione sensormotoria e comportamento, teorie del recupero neurologico, la neuro plasticità.
Le patologie neurologiche disabilitanti a maggior impatto sociale : quadri sindromici e correlati funzionali
I diversi strumenti terapeutici finalizzati al recupero funzionale e la loro integrazione





Programma in forma estesa:

Le principali teorie del controllo motorio: concetti generali ed implicazioni in neuro riabilitazione. Il controllo posturale, feedback e feedforward, equilibrio e comportamenti motorio.
Atto motorio e neurofisiologia: correlati anatomici e fisiologici dell’ideazione e programmazione.
Neuroplasticità: concetti generali. Le basi del recupero motorio e funzionale dopo lesione del SNC e P.
Il team di neuroriabilitazione: necessità di un approccio olistico, multi e interdisciplinare.
Malattia neurologica e disabilità: segni e sintomi nelle più frequenti patologie neurologiche di interesse riabilitativo e dei traumi vertebro midollari e cranioencefalici.
L’ictus cerebrale: quadri clinici e correlati riabilitativi.
Le mielopatie: classificazione , problematiche clinico riabilitative dei diversi livelli lesionali
La Gravi lesioni cerebrali acquisite: come orientarsi nella cura delle GCA.


Modulo: SEMEIOTICA NEURORIABILITATIVA
-------
trattamento riabilitativo di trauma cranio-encefalico, lesione midollare, sclerosi multipla, sclerosi laterale amiotrofica e lesione del sistema nervoso periferico.


Programma in forma estesa:
Per ognuna delle suddette patologie:
• presentazione generale: eziologia, epidemiologia, classificazione, segni e sintomi, decorso, prognosi, ecc ;
• identificazione dei bisogni e dei problemi riabilitativi in relazione alla fase della patologia (acuta – subacuta –cronica);
• definizione degli obiettivi riabilitativi;
• stesura del piano di trattamento;
• identificazione delle diverse strategie riabilitative attuative e proposta di attività motorie specifiche.

Modalità d'esame

Modulo: METODOLOGIA DELLA RIABILITAZIONE NEUROLOGICA
-------
orale

Testi consigliati:

- dispensa fornita dalla docente

Per ulteriori approfondimenti:

- Marchetti-Pillastrini “Neurofisiologia del movimento” Ed. Piccin (sez.VII)

- Giuseppe Monari - “Facilitazioni neurocinetiche progressive – Elaborazione del concetto Kabat” Ed edi-ermes

- Giuliano Dolce – Ruggero Prati - Lucia Lucca “La riabilitazione dell’emiplegico” Ed. Piccin

- Janet Carr – R. Shepherd “Stroke Rehabilitation” Ed. Butterworth-Heinemann

- Bente E. Bassoe Gjelsvik “The Bobath Concept in Adult Neurology” Ed. Thieme

- Patricia Davies “Right in the Middle – Emiplegia- nuovi progressi nel trattamento” Ed. Springer

- Patricia Davies “Steps To Follow – Passo dopo passo – Guida al trattamento del paziente emiplegico adulto” Ed. Springer-Verlag

- Patricia Davies “Ricominciare” Ed. Sprinter

- E. Mueller Veronese “Neuroriabilitazione” Ed. Passart

- C. Perfetti “Movimento, azione, recupero” Ed. Liviana

- C. Perfetti “Condotte terapeutiche per la rieducazione dell’emiplegico adulto” Ed. Ghedini

- R. Cogo, E. Crea, C. Rizzello “Il recupero della motilità del tronco nell’emiplegico: il trattamento in posizione seduta” Ed. G. Nocchi



Riferimenti del Docente e Ricevimento studenti:

Telefono, Fax , e-mail: 0461 501540 cristina.rossi@apss.tn.it

Giorno e orario: da concordare telefonicamente


Modulo: RIABILITAZIONE NEUROLOGICA
-------
prova orale



Testi consigliati:

bibliografia presentata a lezione




Riferimenti del Docente e Ricevimento studenti:
Telefono, Fax , e-mail:
Telefono, Fax , e-mail:
nunzia.mazzini@apss.tn.it
ospedale riabilitativo Villa Rosa Pergine
centralino 0461 501500


Modulo: SEMEIOTICA NEURORIABILITATIVA
-------
orale



Testi consigliati:
• Bonavita J, Menarini M, Pillastrini P. La riabilitazione delle mielolesioni. Masson Editore, Milano, 2004.
• Davies PM. Ricominciare. Primi interventi riabilitativi dopo lesione centrale traumatica o altra grave lesione cerebrale. Springer editore, Milano, 1997.
• http://www.pnlg.it/
• Gasco. La terapia riabilitativa nei pazienti con sclerosi multipla. Masson editore, Milano.

Ricevimento studenti solo su appuntamento presso PO Villa Rosa, Pergine.
 0461501589
e-mail: barbara.gasperini@apss.tn.it oppure gasperinibarbara@yahoo.it

Tipologia di Attività formativa D e F

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Prova Finale

Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano degli studi, compresi quelli relativi all’attività di tirocinio. Alla preparazione della tesi sono assegnati 7 CFU.
La prova è organizzata, con decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, in due sessioni definite a livello nazionale.
La prova finale, con valore di esame di Stato abilitante, si compone di:

  • una prova pratica che consiste in un elaborato scritto strutturato, semi-strutturata o con domande aperte su casi/situazioni esemplificative della pratica professionale. La prova deve comprendere una selezione di quesiti di problem solving e di quesiti sulla presa di decisione nelle aree di competenza infermieristica.
  • La redazione di un elaborato di tesi e sua dissertazione.

 
Le due diverse componenti della prova finale devono concorrere in egual misura alla determinazione del voto finale. In caso di valutazione insufficiente della prova pratica l’esame si interrompe e si ritiene non superato. La prova finale viene sospesa e va ripetuta interamente in una seduta successiva.
Il punteggio finale di Laurea è espresso in centodecimi con eventuale lode. Esso viene formato sommando la media ponderata dei voti conseguiti negli esami di profitto, rapportata a 110, con il punteggio ottenuto nella prova pratica (6 punti) e nella discussione della Tesi (parimenti fino ad un massimo di 6 punti)
La Commissione di Laurea potrà attribuire ulteriori punti anche in base a: presenza di eventuali lodi ottenute negli esami sostenuti; partecipazione progetto Erasmus fino a 1 punto aggiuntivo; laurea entro i termini della durata normale del corso 1 punto
Lo studente avrà la supervisione di un docente del Corso di Laurea, detto Relatore, ed eventuali correlatori anche esterni al Corso di Laurea.
Scopo della tesi è quello di impegnare lo studente in un lavoro di formalizzazione, progettazione e di ricerca, che contribuisca sostanzialmente al completamento della sua formazione professionale e scientifica. Il contenuto della tesi deve essere inerente a tematiche o discipline strettamente correlate al profilo professionale.
La valutazione della tesi sarà basata sui seguenti criteri: livello di approfondimento del lavoro svolto, contributo critico del laureando, accuratezza della metodologia adottata per lo sviluppo della tematica.
È prevista la possibilità per lo studente di redigere l'elaborato in lingua inglese.
La scadenza per la presentazione della domanda di laurea e relativa documentazione, verrà indicata negli avvisi dello specifico Corso di Laurea

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf Guida per la stesura della tesi 87 KB, 02/11/21 

Gestione carriere


Area riservata studenti


Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.