Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2016/2017

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
I semestre 3-ott-2016 27-gen-2017
II semestre 1-mar-2017 2-giu-2017
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione straordinaria 15/16 - Sessione invernale 16/17 30-gen-2017 28-feb-2017
Sessione estiva 5-giu-2017 7-lug-2017
Sessione autunnale 28-ago-2017 29-set-2017
Sessione straordinaria 16/17 - Sessione invernale 17/18 29-gen-2018 28-feb-2018
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
Sessione straordinaria 15/16 - Sessione invernale 16/17 20-mar-2017 7-apr-2017
Sessione estiva 10-lug-2017 28-lug-2017
Sessione autunnale 16-ott-2017 3-ott-2017
Sessione straordinaria 16/17 - Sessione invernale 17/18 19-mar-2018 6-apr-2018

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria Corsi di Studio Scienze Motorie.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D F G L M N P R S T V Z

Ardigo' Luca Paolo

luca.ardigo@univr.it +39 045 842 5117

Bergamaschi Giuliano

giuliano.bergamaschi@univr.it 0458028142

Bertinato Luciano

luciano.bertinato@univr.it +39 0458425168

Bertoldi Mariarita

mita.bertoldi@univr.it 0458027671

Campara Andrea

campara@csssport.com +39 045 8922179

Cesari Paola

paola.cesari@univr.it 045 8425124

Cevese Antonio

antonio.cevese@univr.it +39 0458425134

Chiamulera Cristiano

cristiano.chiamulera@univr.it +39 045 8027277

Donataccio Maria Pia

mariapia.donataccio@univr.it +39 045 812 2320

Durigon Valter

vdurigon@katamail.com

Farinon Paolo

paolo.farinon@univr.it 045 802 8169 (VR) 0444/393939 (VI)

Fiorio Mirta

mirta.fiorio@univr.it +39 0458425133

Grazioli Silvano

verona@studiorehab.it 045 820 4750

Lanza Massimo

massimo.lanza@univr.it +39 0458425118

Lievens Patricia

patricia.lievens@univr.it 0458027218

Malatesta Manuela

manuela.malatesta@univr.it +39 045 802 7569

Mascalzoni Dino

dino.mascalzoni@univr.it

Merola Caterina

caterina.merola@univr.it

Milanese Chiara

chiara.milanese@univr.it 045 8425173

Pellegrini Barbara

barbara.pellegrini@univr.it +39 0464 483507

Pogliaghi Silvia

silvia.pogliaghi@univr.it 045 8425128

Ricci Matteo

matteo.ricci@univr.it +39 045 812 3549-3553-3575

Romanelli Maria

mariagrazia.romanelli@univr.it +39 045 802 7182

Schena Federico

federico.schena@univr.it +39 045 842 5143 - +39 045 842 5120 - +39 0464 483 506

Tam Enrico

enrico.tam@univr.it +39 045 8425149

Tardivo Stefano

stefano.tardivo@univr.it +39 045 802 7660

Tronca Luigi

luigi.tronca@univr.it +39 045 8028075

Venturelli Massimo

massimo.venturelli@univr.it +39 045 8425114

Zamparo Paola

paola.zamparo@univr.it +39 0458425113

Zancanaro Carlo

carlo.zancanaro@univr.it 045 802 7157 (Medicina) - 8425115 (Scienze Motorie)

Zanolin Maria Elisabetta

elisabetta.zanolin@univr.it +39 045 802 7654

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
9
A
(BIO/16)
6
A
(BIO/13)
6
C
(M-PED/01)
Lingua straniera competenza linguistica liv. B1 informatizzato a scelta tra: INGLESE, FRANCESE, SPAGNOLO, TEDESCO
2
E
-

1° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
9
A
(BIO/16)
6
A
(BIO/13)
6
C
(M-PED/01)
Lingua straniera competenza linguistica liv. B1 informatizzato a scelta tra: INGLESE, FRANCESE, SPAGNOLO, TEDESCO
2
E
-

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
Un insegnamento a scelta tra i seguenti
6
B
(M-EDF/01)
12
B
(BIO/09)

3° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
Tirocinio libero
7
F
-
Prova finale
4
E
(-)
Insegnamenti Crediti TAF SSD
Tra gli anni: 2°- 3°Un insegnamento a scelta tra i seguenti:
Tra gli anni: 2°- 3°
Crediti tipologia F
3
F
-

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S004082

Coordinatore

Dino Mascalzoni

Crediti

3

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

M-EDF/01 - METODI E DIDATTICHE DELLE ATTIVITÀ MOTORIE

Lingua di erogazione

Italiano

Periodo

II semestre dal 1-mar-2017 al 2-giu-2017.

Obiettivi formativi

Conseguire conoscenze teoriche e metodologiche efficaci per una pratica professionale competente, in particolare:
• Approfondire le più recenti teorie di metodologia e didattica del gioco.
• Porre all’attenzione degli studenti l’opportunità di recuperare la ricca diversità culturale dei giochi
• Consolidare la consapevolezza del ruolo educativo, culturale, espressivo del giocare e dei giochi nel promuovere il benessere nei confronti dello sviluppo generale dell’essere umano come individuo e della sua comunità.
• Acquisire consapevolezza della correlazione tra cultura e pratiche di gioco e l’adozione di stili di vita sani.
• Acquisire conoscenze e competenze sui giochi tradizionali in Italia, in Europa e nel mondo
• Sviluppare e approfondire metodologie per l'apprendimento di tecniche e regole condivise
• Consolidare una metodologia e didattica di base per l’insegnamento, l'osservazione e la valutazione delle competenze motorie nelle pratiche dei giochi e sport tradizionali
• Fare esperienza pratica delle attività di gioco con l’utilizzo degli attrezzi specifici

Programma

Il corso prevede 24 ore di lezione, organizzate secondo due modalità: incontri in presenza di formazione e informazione teorica, attività pratica. La frequenza minima alle attività è consigliata per almeno il 75% delle lezioni. Per frequenze inferiori si prevedono delle forme di integrazione. Supporto online alla didattica

Tema 1: ORIGINI del GIOCO
Concetti e definizioni, teorie , tipi di gioco e classificazioni. Il gioco nella didattica e la didattica come
gioco. Simboli, finzioni, drammi, emozioni, sogni e fantasie. Dalla psicomotricità alla praxeologia.
La scienza dell’azione motoria

Tema 2: GIOCO E CULTURA
Giochi d’animazione, di socializzazione, adattati. Il gioco come socializzazione, patrimonio ed
identificazione culturale. Gioco popolare e tradizionale. gioco individuale, di gruppo e di squadra. Organizzazione del gioco tradizionale rispetto al mezzo, alle regole, alle dinamiche sociali Identità, identificazione e ruolo sociale. Test di valutazione delle competenze. Strumenti e criteri per l’osservazione e la valutazione.

Tema 3: IL GIOCO NEL CICLO DELLA VITA
Il gioco nelle tappe evolutive. Educazione al gioco. Il gioco come socializzazione. Benefici e
disfunzioni del gioco. Salto, corro, lancio, afferro. Capacità di base nel gioco. Ricerca, analisi e comparazione dei principali giochi. Strumenti di gioco. I giocattoli Capacità di base nel gioco.

Tema 4: IL GIOCO NELL’EDUCAZIONE FISICA, NELLO SPORT E NEL TEMPO LIBERO

Selezione di giochi. Schemi di gioco. Regole dell’insegnante /animatore. La figura del coordinatore dei giochi, la gestione degli stessi. Conoscere il gioco e le sue regole. Situazioni cooperative e competitive nello sport; dal gioco allo sport, il gioco presportivo e lo sport modificato. Il gioco nella preparazione fisica. Confronto e pratica motoria nell’attività d'animazione sociale, sportiva, ricreativa. Conservazione nel tempo. Tradizione. Folklore. Rievocazioni storiche.

Tema 5: SPAZIO DI GIOCO.
Spazio naturale, spazio modificato, spazio urbano e rurale, spazio acquatico
Riutilizzazione degli spazi pubblici urbani. i nuovi sport urbani. Legame del gioco ai luoghi e ai
territori in cui si pratica. Spazi abituali d’incontro: nelle piazze, nelle periferie, nei centri minori,
Scambio sociale e interculturale. Il gioco come funzione di ”riempire uno spazio” attraverso un
contenuto. Pratica del gioco nelle città. Attività ludica spontanea

Tema 6:. PROGRAMMAZIONE DEL GIOCO.
Con materiali convenzionali, con materiali alternativi, senza materiali. Spazio naturale ed artificiale. Materiali per il gioco sportivo, ricreativo tradizionale ed alternativo. Il giocattolo. Il gioco nel mondo dell’arte. Programmazione ludico-culturale. Viaggio nell'arte: dal mondo greco a quello contemporaneo. Influenza del gioco nell’arte. Esercitazione alla lettura dell’opera d’arte “i giochi dei bimbi” 1560 di Pieter Bruegel:analisi dei 70 giochi contenuti nel quadro.

Tema 7: BINOMIO CIBO E GIOCO. TESTIMONIANZE DI GIOCO
La cultura del cibo. Le peculiarità ambientali. Rischio d’estinzione.
legami col territorio, vita e memoria storica. I colori del cibo, gli Arcimboldi del 2000. I valori storici e tradizionali dei nostri cibi. La conservazione del cibo attraverso il gioco.


Tema 8: “STORIANDO” GIOCANDO NELLA STORIA
Attività di gioco dei bambini dell’antichità. L’evoluzione delle pratiche di gioco. Ritrovamenti archeologici. Il mito e la realtà. Il gioco come linguaggio. Trasversalità culturale, sociale e generazionale.Il contributo dell’archeologia. La preistoria. Civiltà egizia. Civiltà greca antica. Antica Roma.I giochi di strategia nelle culture classiche. Costruttori di tavolieri


tema 9: GIOCO, RITO E SIMBOLOGIA
Eventi sociali o storici. Usanze. Ritualità religiose. Costumanze. Superstizioni. Leggende. Gioco e vaticinio. Gioco ed esorcismo. Gioco e iniziazione. Il gioco nella vita spirituale e religiosa dell’uomo.
Rito d’iniziazione nel gioco. Passatempi, simboli, ritualità e significati.


Tema 10: ASPETTI ORGANIZZATIVI DI UN EVENTO LUDICO
Ricercare e diffondere comunità ludiche tradizionali di diversa provenienza. Approfondire e valorizzare la tematica del gioco in strada. Riscoprire attività e spazi della città. Riscoprire il piacere di giocare insieme senza limiti d’età e di luoghi. Organizzare un evento ludico. La Proposta. I punti di forza. Aspetti organizzativi. La comunicazione. i costi. I partner. La promozione.

Tema 11: GIOCHI DI GRUPPO, GIOCHI DI SQUADRA
Organizzazione del gioco rispetto al mezzo, alle regole, alle dinamiche sociali. Le schede gioco.
Famiglie di gioco:catalogazione. Esercitazione pratica

Tema 12: GIOCHI INDIVIDUALI, IN COPPIA, UNO CONTRO TUTTI, PARADOSSALE
Confronto e pratica motoria nell’attività d'animazione sociale, sportiva, ricreativa Le schede gioco.
Famiglie di gioco:catalogazione. Esercitazione pratica


Testi consigliati
Gianfranco Staccioli, Il gioco e il giocare, Carrocci editore, Roma, 2012
Stefano Bartezzaghi, La ludoteca di Babele, Utet, Novara, 2016
Frederic V. Grunfeld, Giochi Del Mondo, Unicef Roma, 1983
Marco Fitta', Giochi E Giocattoli Nell'antichita', Leonardo Arte, Venezia, 1997
Zocca E. , Biino Valentina, Motricità e Gioco, Hoepli, Milano, 2009
Mascalzoni D., (Giro d’Italia in 150 giochi, QuiEdit s.n.c., Verona, 2011
Pietro Turano, Enciclopedia Dei Giochi Tradizionali Raccolta Jonia Editrice, Cosenza, 2004
R Goock, II grande Libro Dei Giochi, Raccolta, Mondatori, Milano, 1970
G F. Reali, Il Giardino Dei Giochi Dimenticati,Salani, Milano, 2002
Il Pallone Elastico,"Federazione Italiana Pallapugno", Imperia, 1990
I Giochi Dei Bambini, “Arnold Arnold", Mondatori, Milano, 1989
Bertinato-Guarise-Vesentini-Zocca, Progetto Gioco 1, Cierre Grafica, Verona, 2002
Bertinato-Cordioli-Guarise-Magnone-Speri, Progetto Gioco 2, E-Color Srl , Verona, 2005
Leopoldo Pietragnoli, I Giochi A Venezia,Marsilio, Venezia, 2003
A. Corino - I.Bottero, Il mondo in un pugno, i.e.e. Editoriale Europea, Cuneo, 2002
Pietro Marcolini, 70 giochi da salvare,cierre, Verona, 1999
Pro loco di Sarmede, I giochi di un tempo, Kellermann, Treviso, 2006
Boscolo Erminio, Children games in european countrieres today and in the past,"primary scools of mornshausen-chioggia bibi, Venezia, 2006
F. Bucchioni-U. De Vecchi, I 100 giochi , edi-ermes, Milano, 1991
F. Bucchioni –U. De Vecchi, W il girotondo, edi ermes, Milano, 1991
Mariella Mugnai, Com’era bello giocare, arti grafiche colombo srl, Milano, 2006
Carlo Lotti, Quando si giocava a far giocattoli,la pieve, Villa Verucchio, 2003
Giorgio Roberti, I giochi a roma di strada e d'osteria, Compton Editori, Roma, 1995
Pietro Gorini, Giochi e feste popolari,l'airone,Verona, 1994
Agazzi A., L'educazione permanente: concetto e implicanze, Scuola e Didattica, Editrice La Scuola, Brescia, 1979
Bruner J. S. - Jolly A. – Sylva K., Il gioco: la prospettiva evoluzionistica. Il gioco in relazione agli oggetti e agli strumenti. Gioco e realtà sociale. Il gioco in un mondo di simboli, Armando, Roma, 1981
Galimberti, U. Il corpo. Universale Economica Feltrinelli, Milano, 1987
Harris M., La nostra specie. Natura e cultura nell'evoluzione umana, Bur , R.C.S. S.p.a. Milano, 2002
Mircea, E., La nostalgia delle origini. Morcelliana, Brescia, 1972.
Propp V. J) Morfologia della Fiaba, Le radici storiche dei racconti di magia, GTE Newton, Roma, 2003
Rogers C. Libertà nell’apprendimento, Giunti Barbera, Firenze, 1981
Vayer P., Roncin C. , L’animazione dei gruppi d’adulti. Edizioni scientifiche Ma.Gi, Roma, 2000.

Modalità d'esame

Le verifiche e le produzioni individuali, realizzate durante il corso, costituiranno l'oggetto dell'esame. La produzione finale sarà argomentata oralmente. La certificazione d’esame si articolerà nel modo seguente:

Presentazione di una Unità di Apprendimento scritta a fine corso, contenente indicazioni corrette dei riferimenti bibliografici e delle fonti (argomento e criteri dovranno essere concordati con il docente).

Analisi tecnica delle modalità, regole di gioco, applicazione didattica e famiglie di gioco a scelta del candidato inerenti il corso. La valutazione del lavoro sarà in 30/trentesimi e pubblicata nell’elenco esame.

Se non sufficiente o in mancanza della frequenza alle lezioni pari o inferiori al 75 % su 24 ore
Accertamento orale delle nozioni/esperienze apprese durante il corso e approfondimento dei temi
trattati inerenti al programma ed ai testi consigliati.

Tipologia di Attività formativa D e F

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Prova finale

La prova finale consiste nella presentazione e discussione di fronte ad una specifica commissione di un elaborato scritto su tematiche relative alle scienze e alla cultura del movimento e dello sport oppure ad ambiti a questi strettamente correlati.
L'elaborato viene predisposto dallo studente sotto la guida di un docente di riferimento ed eventuali suoi associati.
 
Per informazioni dettagliate relative alle scadenze per la presentazione della domanda di laurea, ai criteri di valutazione e di attribuzione del punteggio della tesi, consultare la seguente pagina web Prova finale
 

Elenco delle proposte di tesi e stage

Proposte di tesi Area di ricerca
ANTROPOMETRIA E COMPOSIZIONE CORPOREA NEL CALCIO Argomenti vari
ANTROPOMETRIA TRIDIMENSIONALE - ESEMPI APPLICATIVI Argomenti vari
Attività motorie preventive e sistema gastroenterico Argomenti vari
Controllo posturale e locomozione in età evolutiva Argomenti vari
EFFETTO DELLA VIBRAZIONE CORPOREA TOTALE SU PEDANA Argomenti vari
Feedback Aumentativo e Apprendimento Motorio Argomenti vari
La sigaretta elettronica: uso tra gli sportivi Argomenti vari
Neurotrofine ed movimento: il ruolo del neurotrofismo nell'esercizio Argomenti vari

Gestione carriere


Orario lezioni

L'orario è diviso in due file excel distinti (laurea triennale e lauree magistrali),
all'interno, ogni file è composto da più fogli (linguette), ognuna delle quali corrisponde ad un preciso anno/curriculum.

Le lezioni verranno erogate in presenza e verrà inoltre messa a disposizione per gli studenti la videoregistrazione per almeno 1 mese dalla data della lezione stessa.
Le esercitazioni e i laboratori verranno organizzati in sottogruppi dai singoli docenti responsabili dei corsi e non sarà necessaria la prenotazione del posto in quanto la presenza verrà rilevata dal docente il giorno stesso.
E' confermato l'obbligo di frequenza al 70% (in presenza o in videoregistrazione), come da Regolamento dei corsi di laurea e laurea magistrale.

PRENOTAZIONE DEL POSTO IN AULA
Per accedere alle lezioni che si terranno in presenza è OBBLIGATORIO prenotare il proprio posto in aula, che sarà disponibile a breve.
Tutte le informazioni relative all'utilizzo della app Univr Lezioni, FAQ e guida all'utilizzo sono disponibili al link:
https://www.univr.it/it/app-univr-lezioni

 

Allegati


Tirocini e stage

Le attività di tirocinio (25 ore per CFU) si svolgono in maniera integrata con gli insegnamenti del corso e sono finalizzate allo sviluppo di specifiche competenze pratiche ed operative nell’ambito proprio delle attività motorie e sportive.
In collaborazione con l’UO Stage e Tirocini, la UO Didattica e Studenti di Scienze motorie ha attivato uno specifico servizio dedicato agli iscritti al corso di Laurea triennale e ai corsi di laurea magistrale dell’ambito per la realizzazione del tirocinio curriculare, supportando lo studente nell’intero iter, dai contatti con gli enti e le associazioni sportive all’avvio dell’esperienza, fino alla registrazione dei crediti formativi maturati. 
E' possibile svolgere attività di tirocinio finalizzate all'esame finale di laurea anche presso sedi universitarie estere convenzionate.
 
Il Servizio è accessibile tramite lo SPORTELLO VIRTUALE, da lunedì a venerdì, orario: 10.00 - 13.00
Si accede con le credenziali GIA personali dal seguente link Zoom 

Informazioni e modulistica per studenti, docenti e aziende:
TIROCINIO - SPAZIO STAGE AZIENDE SCIENZE MOTORIE
TIROCINIO negli ENTI ESTERNI - Laurea Triennale 3° anno e Lauree Magistrali: info per studenti e docenti
TIROCINIO INTERNO LAUREA TRIENNALE - ATTIVITA' DIDATTICA INTEGRATIVA
TIROCINIO a SCIENZE MOTORIE- Laurea triennale 3° anno e Lauree Magistrali
TIROCINIO ALL’ESTERO

 

Area riservata studenti


Esperienze di studio e tirocinio all'estero

Informazioni per lo studio e il tirocinio all'estero per le studentesse e gli studenti di scienze motorie.
 

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf Tirocinio all'estero 309 KB, 04/08/21 

Tutorato per gli studenti

Il servizio di Tutorato prevede la presenza di
  • tutor docenti che svolgono attività di counseling agli studenti durante lungo tutto il percorso di studio, al fine di renderli attivamente partecipi del processo formativo e di assisterli nel superamento di eventuali difficoltà;
  • tutor studenti che svolgono attività di orientamento e di supporto agli studenti lungo il percorso di studi

Competenze linguistiche

Il piano didattico del corso di laurea in scienze delle attività motorie e sportive prevede l’acquisizione di 2 CFU di Lingua straniera -competenza linguistica di livello b1 informatizzato.
Lo studente può scegliere tra le lingue offerte dal CLA – Centro Linguistico di Ateneo – frequentare il corso previsto e ottenere la certificazione di livello - con la registrazione dei crediti nel libretto - previo superamento di un esame al termine. Per informazioni dettagliate cliccare sul link seguente:
https://cla.univr.it/it/didattica#EsercitazioniLing

N.B. Lo studente, dopo aver ottenuto l'idoneità presso il CLA, si dovrà iscrivere su Esse3 al primo appello utile di "Lingua straniera" per verbalizzare il voto in carriera.

Gli studenti già in possesso di certificazioni linguistiche ottenute presso enti esterni possono richiederne il riconoscimento al CLA, in modo da avere riconosciuta l'idoneità linguistica nella propria carriera. Per accedere al servizio cliccare il link:  https://cla.univr.it/it/servizi/riconoscimento-delle-certificazioni-linguistiche-esterne

ATTENZIONE: NOTA
Agli studenti che intendano proseguire gli studi in una Laurea Magistrale di Scienze motorie sono richieste competenze linguistiche di livello B1 informatizzato (o superiore) specificamente nella sola lingua inglese.
Tali competenze costituiscono requisito di accesso necessario per poter partecipare alla prova di selezione oppure per iscriversi.

Si invita a leggere con attenzione i bandi di concorso annuali per l'ammissione ai corsi di laurea magistrali per maggiori informazioni - consultare nel sito del corso di studio anche la sezione "Iscriversi".