Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2019/2020

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
Sem 1A 23-set-2019 31-ott-2019
Sem 1B 11-nov-2019 11-gen-2020
Sem 2A 17-feb-2020 28-mar-2020
Sem 2B 6-apr-2020 30-mag-2020
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione d'esame invernale 13-gen-2020 15-feb-2020
Sessione d'esame estiva (gli esami sono sospesi durante la sessione di laurea) 3-giu-2020 25-lug-2020
Sessione d'esame autunnale 24-ago-2020 19-set-2020
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
Sessione di laurea estiva 6-lug-2020 11-lug-2020
Sessione di laurea autunnale 19-20 2-nov-2020 7-nov-2020
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Ognissanti 1-nov-2019 1-nov-2019
Sospensione delle lezioni 2-nov-2019 2-nov-2019
Festa dell'Immacolata 8-dic-2019 8-dic-2019
Vacanze di Natale 23-dic-2019 6-gen-2020
Vacanze di Pasqua 10-apr-2020 14-apr-2020
Festa della Liberazione 25-apr-2020 25-apr-2020
Festa del Lavoro 1-mag-2020 1-mag-2020
Sospensione delle lezioni 2-mag-2020 2-mag-2020
Festa del Santo Patrono 21-mag-2020 21-mag-2020
Sospensione delle lezioni 22-mag-2020 23-mag-2020
Festa della Repubblica 2-giu-2020 2-giu-2020
Vacanze estive 10-ago-2020 15-ago-2020

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Didattica e Studenti Culture e Civiltà.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

B C D F H L M N O P R S T U V Z

Barbierato Federico

federico.barbierato@univr.it 045 802 8351

Bassetti Massimiliano

massimiliano.bassetti@univr.it 045802 8376

Basso Patrizia

patrizia.basso@univr.it +39 045802 8638

Beghini Giulia

giulia.beghini_01@univr.it/ giuliabeg@libero.it /

Borghetti Vincenzo

vincenzo.borghetti@univr.it +39 045 802 8584

Buonopane Alfredo

alfredo.buonopane@univr.it +39 0458028120

Camurri Renato

renato.camurri@univr.it +39 045 802 8635

Concina Chiara Maria

chiara.concina@univr.it +39 045 802 8325

Cotticelli Paola

paola.cotticelli@univr.it +39 045802 8587

Dal Pozzolo Enrico

enrico.dalpozzolo@univr.it +39 045802 8569

Danelon Fabio

fabio.danelon@univr.it 045/8028378

De Paolis Paolo

paolo.depaolis@univr.it +39 045 802 8371

De Prisco Antonio

antonio.deprisco@univr.it +39 045 802 8553

Forner Fabio

fabio.forner@univr.it + 39 045 802 8194

Franco Tiziana

tiziana.franco@univr.it +39 045802 8380

Hatzikiriakos Alexandros Maria

alexandrosmaria.hatzikiriakos@univr.it

Minozzi Stefano

stefano.minozzi@univr.it +39 045 8028553

Molteni Monica

monica.molteni@univr.it 045 8028021

Natale Massimo

massimo.natale@univr.it 045 802 8117

Ophaelders Markus Georg

markus.ophalders@univr.it 045-8028732

Pagliaroli Stefano

stefano.pagliaroli@univr.it +39 045 8028056

Panattoni Riccardo

riccardo.panattoni@univr.it +39 045 802 8185

Pasqualicchio Nicola

nicola.pasqualicchio@univr.it 0458028585

Pellegrini Paolo

paolo.pellegrini@univr.it +39 045 802 8559

Piovan Dino

dino.piovan@univr.it

Ponchia Simonetta

simonetta.ponchia@univr.it +39 045802 8365

Prandi Luisa

luisa.prandi@univr.it +39 045 802 8718

Raccanelli Renata

renata.raccanelli@univr.it 0458028366

Ricottilli Licinia

licinia.ricottilli@univr.it +39 045802 8366

Rizza Alfredo

alfredo.rizza@univr.it +39 045802 8587

Rodighiero Andrea

andrea.rodighiero@univr.it +39 045 802 8643

Sandrini Giuseppe

giuseppe.sandrini@univr.it 045 802 8069

Scandola Alberto

alberto.scandola@univr.it 045.8028586

Scattolin Paolo

paolo.scattolin@univr.it +39 045 802 8645

Soldani Arnaldo

arnaldo.soldani@univr.it 045 - 8028648

Stavru Alessandro

alessandro.stavru@univr.it 045 8028143

Stoffella Marco

marco.stoffella@univr.it +39 045802 8376

Tani Stefano

stefano.tani@univr.it +39 045802 8110

Terraroli Valerio

valerio.terraroli@univr.it 0458028441

Ugolini Gherardo

gherardo.ugolini@univr.it +39 0458028665

Vannini Carlo

carlo.vannini@accademiabelleartiverona.it

Varanini Gian Maria

gianmaria.varanini@univr.it +39 045802 8178

Viola Corrado

corrado.viola@univr.it +39 045802 8194

Zangrandi Alessandra

alessandra.zangrandi@univr.it 0458028115

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

CURRICULUM TIPO:
InsegnamentiCreditiTAFSSD
12
B
(L-FIL-LET/10)
6
B
(L-FIL-LET/04)
Un insegnamento a scelta
6
B
(M-FIL/04)
6
B
(M-STO/02)
6
B
(L-ANT/03)
Due insegnamenti a scelta
6
B
(L-FIL-LET/02)
6
B
(L-FIL-LET/02)
Un insegnamento a scelta
6
B
(L-FIL-LET/04)

1° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
12
B
(L-FIL-LET/10)
6
B
(L-FIL-LET/04)
Un insegnamento a scelta
6
B
(M-FIL/04)
6
B
(M-STO/02)
6
B
(L-ANT/03)
Due insegnamenti a scelta
6
B
(L-FIL-LET/02)
6
B
(L-FIL-LET/02)
Un insegnamento a scelta
6
B
(L-FIL-LET/04)
Insegnamenti Crediti TAF SSD
Tra gli anni: 1°- 2°
Tra gli anni: 1°- 2°
Certificazione linguistica B2 completo
6
F
-
Tra gli anni: 1°- 2°
Altre attivita' formative
3
F
-

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S007394

Docente

Tosca Lynch

Coordinatore

Tosca Lynch

Crediti

6

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

L-FIL-LET/02 - LINGUA E LETTERATURA GRECA

Lingua di erogazione

Inglese en

Periodo

Sem 1A, Sem 1B

Obiettivi formativi

L’insegnamento «Metrica e forme poetiche della Grecia antica» ha come obiettivo lo studio dei metri e dei ritmi della letteratura greca, con particolare attenzione al rapporto della metrica con l’ecdotica dei testi e con l’ermeneutica delle forme letterarie.
Principali contenuti del corso saranno di volta in volta:
• le nozioni relative alla prosodia;
• lo studio dei metri lirici e delle strutture della versificazione;
• lo studio della trasmissione del testo in versi e della sua tradizione critica;
• lo studio della trattatistica antica;
• l’introduzione di conoscenze di base di ritmica e di musica antica.

RISULTATI FORMATIVI ATTESI
Al termine del corso lo studente avrà acquisito familiarità con il lessico tecnico della disciplina e sarà in grado di applicarlo all’analisi e alla presentazione dei testi.
Avrà inoltre acquisito conoscenze avanzate con riferimento ai fenomeni prosodici e alle principali strutture versali della poesia greca e sarà in grado di individuare, analizzare e interpretare anche sul piano stilistico i metri dei testi presi in esame, nonché di altri (anche a prima vista), con costante riferimento agli aspetti filologico-testuali e linguistici.
Sarà in grado di collocare la sua analisi all’interno della storia della disciplina, con riferimento alle principali e/o divergenti linee interpretative proposte per i metri presi in esame, e di conseguenza avrà preso confidenza con i moderni strumenti di studio (manuali, lessici, monografie) connessi con l’analisi metrica e prosodica.

PREREQUISITI
È presupposta una conoscenza di livello avanzato del greco antico.

Programma

[Un’integrazione agli obiettivi formativi e prerequisiti relativi al corso della Dr Lynch è offerta sotto]

PROGRAMMA E METODOLOGIA

Questo corso presenterà un approccio integrato ed interdisciplinare allo studio della metrica e ritmica greca antica. Questo approccio è basato nella consapevolezza che la Mousikē antica (‘arte delle Muse’) non comprendesse solo la musica, o la poesia, o qualsiasi altra forma artistica individuale; la Mousikē era per sua natura intrinsecamente multimediale.

Dunque l’approccio alla metrica e ritmica antica presentato in questo corso combinerà elementi filologici e letterari tradizionali con approcci musicali e filosofici, in linea con i più recenti contenuti e metodi di ricerca sviluppati nello studio della musica greca antica.

La cultura greca antica era una ‘song culture’, e il nostro lavoro sarà costantemente informato dalla consapevolezza che la poesia greca arcaica e classica non era solamente letta/recitata, ma era primariamente composta per essere cantata e alle volte danzata.

Quindi esamineremo diverse forme metriche alla luce degli specifici tipi di performance con cui erano tradizionalmente associate. )er esempio, gli esametri dattilici saranno discussi nel contesto della performance della poesia omerica, e alla luce dell’ evidence metrica e ritmica preservata da Aristide Quintiliano e Dionigi di Alicarnasso; i docmi alla luce del loro uso nella tragedia oltre che delle caratteristiche etiche ed estetiche attribuite loro nella scholarship antica, e anche in relazione ad uno dei più famosi frammenti musicali greci che siano arrivati a noi—un’ode tratta dall’Oreste di Euripide; e così via nel caso di altri metri/ritmi.

Dato che, a partire almeno dall’età Classica, il metro greco era esplicitamente concettualizzato come una componente del ritmo musicale, integreremo nozioni metriche con nozioni ritmiche. Quindi discuteremo alcuni aspetti di base della ritmica greca, della caratterizzazione estetica e percezione di diversi ritmi e i loro elementi di base.

Il nostro lavoro si baserà il più possibile sulle fonti antiche, a partire dalle traduzioni inglesi offerte nei libri indicati come essenziali nella bibliografia seguente (1a). Studenti che abbiano una conoscenza preliminare del greco antico dovranno consultare anche le edizioni critiche indicate al punto 1b.

Ulteriori testi e traduzioni inglesi saranno distribuiti in aula; manuali e altri reference works saranno menzionati in casi rilevanti, e saranno utili per ulteriori studi fatti indipendentemente (si veda il punto 2 nella bibliografia).

ASPETTI PRATICI

Le lezioni saranno tenute in inglese, ma la Dr Lynch è bilingue in inglese e italiano e sarà quindi disponibile a chiarire dubbi o rispondere a domande anche in italiano.

Le lezioni includeranno anche degli aspetti ‘tutorial’, in cui gli studenti saranno coinvolti attivamente e acquisiranno una formazione di base nella scansione metrica. Per questi motivi, la frequenza è caldamente consigliata; studenti che siano impossibilitati a frequentare, ma sono comunque interessati a sostenere l’esame, possono contattare la Dr Lynch per concordare un programma individuale.

Le lezioni inizieranno il primo ottobre 2019 e continueranno fino a metà dicembre. Si terranno due lezioni a settimana, con l’eccezione della seconda settimana di ottobre e la prima di dicembre.

PREREQUISITI

Una conoscenza preliminare del greco antico sarà richiesta solo per studenti del corso ‘Tradizione e interpretazione dei testi letterari’ (si veda la bibliografia seguente; ulteriori dettagli seguiranno in aula).

Il corso è però aperto anche a studenti di altri corsi di laurea, o che vengono da diversi background, e non hanno una conoscenza preliminare del greco ma sono interessati ai temi che discuteremo.

Questi studenti sono caldamente invitati a partecipare al corso—come chiarito sopra, lavoreremo principalmente su traduzioni inglesi delle fonti antiche su metro e ritmo; e altri aspetti di base relativi alla prosodia e metrica antica saranno presentati in termini accessibili a studenti che sanno leggere l’alfabeto greco.
Sarà dunque necessario imparare l’alfabeto indipendentemente e fare pratica nella lettura di semplici frasi in greco (anche se non si è in grado di tradurre); questo può essere facilmente imparato con l’aiuto della guida alla pronuncia e esercizi dati sull’eccellente sito di Mastronarde, AtticGreek.org. Gli studenti trarrebbero grande beneficio anche dal partecipare al ‘laboratorio di greco antico’ che inizierà nel primo semestre e sarà tenuto dal Dr Dino Piovan. Elementi più avanzati di metrica e ritmica saranno acquisiti in classe, e saranno valutati nell’esame finale in relazione alla conoscenza di partenza delle lingue antiche.

Dunque il solo prerequisito necessario per partecipare con profitto a questo corso è avere un interesse verso approcci interdisciplinari alla letteratura e musica antica, ed essere disponibili a mettersi in relazione con i testi antichi da un angolo nuovo.

OBIETTIVI FORMATIVI

Il principale obiettivo di questo corso è rendere gli studenti familiari con la terminologia e i concetti che caratterizzavano lo studio della metrica e ritmica greca come componenti del più ampio studio delle performance musicali antiche.

Acquisiranno inoltre una conoscenza di base delle caratteristiche prosodiche della lingua greca antica, e delle famiglie principali dei metri lirici utilizzati nella poesia arcaica e classica, con particolare enfasi sui metri tragici.

Gli studenti saranno anche a conoscenza dell’interazione tra forme metriche e ritmiche, e delle possibili trasformazioni a cui le sequenze metriche erano sottoposte nella loro esecuzione ritmica (rhythmopoiia), descritta nelle fonti antiche.

Infine, gli studenti saranno introdotti alla conoscenza di alcuni frammenti musicali greci, e saranno familiari con i criteri che informano la loro trascrizione in notazione musicale moderna.

BIBLIOGRAFIA

1a. Essenziale per tutti gli studenti

Fonti primarie (in traduzione)
•Barker, A. 1989. Greek Musical Writings 2. Cambridge. (pp. 392–494, Aristides Quintilianus, Books I and II; pp. 185–189, Aristoxenus’ Elementa Rhythmica).
•Pearson, L. 1990. Aristoxenus, Elementa rhythmica. Oxford. (extracts)
•Kovacs, D. 1994 Euripides. Cyclops. Alcestis. Medea (Loeb Classical Library 12). Harvard.

Letteratura secondaria
•West. M. L. 1987. Introduction to Greek Metre. Oxford.
•West, M. L. 1992/1994. Ancient Greek Music. Oxford. (pp. 129–159,‘Rhythm and Tempo')
•Silva Barris, J. 2010. Metre and Rhythm in Greek Verse. Vienna.
•Lynch, T. 2016. ‘Arsis and Thesis in Ancient Rhythmics and Metrics: a New Approach’, Classical Quarterly 66.2, 491–513. https://doi.org/10.1017/S0009838816000756

1b. Edizioni critiche/commentari da consultare per studenti con precente conoscenza del greco ('Tradizione')

•Winnington-Ingram, R.P. 1963. Aristidis Quintiliani De musica libri tres (Bibliotheca Scriptorum Graecorum Et Romanorum Teubneriana). Leipzig.
•Pearson, L. 1990. Aristoxenus, Elementa rhythmica. Oxford. (Greek texts)
•Najock, D. 1975. Anonyma de musica scripta Bellermanniana (Bibliotheca Scriptorum Graecorum Et Romanorum Teubneriana). Leipzig.
•Jan, C. von. 1895. Musici scriptores Graeci (Bibliotheca Scriptorum Graecorum Et Romanorum Teubneriana). Leipzig.
•Mastronarde, D. 2002. Euripides: Medea (Cambridge Greek and Latin Classics). Cambridge.

2. Reference works e manuali

•West, M. L. 1982. Greek Metre. Oxford.
•Pöhlmann, E. & West, M. L. 2001. Documents of Ancient Greek Music. Oxford.
•Martinelli, M.M. 1995. Gli strumenti del poeta. Elementi di metrica greca. Bologna
•Ercoles, M. 2016. ‘La Metrica Greca Oggi: Principali Tendenze; Aggionamento’, in Maas, P. La Metrica Greca, Cesena, 201–265.(https://www.academia.edu/39895135/La_metrica_greca_oggi_principali_tendenze)
•Budelmann, F. 2009. The Cambridge Companion to Greek Lyric. Cambridge. (esp. chapters 7–15)
•Gentili, B., e Lomiento, L. 2003. Metrica e ritmica. Storia delle forme poetiche nella Grecia antica. Milano.

Bibliografia

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
West, M. L. Ancient Greek Music Oxford 1994 (esp. pp. 129–159, ‘Rhythm and Tempo’)
Pearson, L. Aristoxenus, Elementa rhythmica. the Fragments of Book II and the additional evidence for Aristoxenean rhythmic theory. Oxford 1990 (extracts)
Lynch, T. 'Arsis and Thesis in Ancient Rhythmics and Metrics: a New Approach’ Classical Quarterly 66.2, pp. 491–513 2016 https://doi.org/10.1017/S0009838816000756
Kovacs, D. Euripides. Cyclops. Alcestis. Medea (Loeb Classical Library 12) Harvard 1994 (Introduction and English translation of Euripides' Medea)
Barker, A. Greek Musical Writings 2 Cambridge 1989 (esp. pp. 392–494, Aristides Quintilianus, Books I and II; and pp. 185–189, Aristoxenus’ Elementa Rhythmica)
West. M. L. Introduction to Greek Metre Oxford 1987
Silva Barris, J. Metre and Rhythm in Greek Verse OEAW, Vienna 2010

Modalità d'esame

Esami orali valuteranno la conoscenza e comprensione degli studenti in relazione alle questioni di base, fonti e temi discussi in aula. Gli esami copriranno almeno i temi/abilità seguenti:

1. l’importanza e implicazioni metodologiche di un approccio interdisciplinare allo studio della metrica e ritmica greca; lo sviluppo storico, letterario e filologico di questi studi negli ultimi decenni; i reference works principali, i metodi e gli strumenti da utilizzare nello studio della musica greca e romana.

2. conoscenza di concetti e categorie di base sviluppati dagli antichi in relazione allo studio della metrica e ritmica;

3. la familiarità degli studenti con i tipi fondamentali di metro lirico, e questioni più complesse in relazione al metro tragico; agli studenti di ‘Tradizione’ sarà anche richiesto di leggere in metrica alcuni estratti da testi greci discussi in aula;

4. Punteggio ulteriore sarà assegnato a studenti che esamineranno la forma metrica/ritmica di un documento della musica greca antica, che saranno liberi di scegliere dall’edizione di riferimento (Pöhlmann, E. & West, M. L. 2001. Documents of Ancient Greek Music. Oxford).

Conoscenza delle questioni metodologiche generali, concetti e categorie di base sulla metrica e ritmica greca, e questioni più specialistiche sulla tragedia e scansione metrica contribuiranno al voto finale (espresso in trentesimi). La lode potrà essere attribuita a candidati eccellenti.

Tipologia di Attività formativa D e F

Prima parte del primo semestre Dal 23/09/19 Al 31/10/19
anni Insegnamenti TAF Docente
1° 2° Il cristianesimo delle origini F Augusto Barbi (Coordinatore)
Semestrino 1A Dal 23/09/19 Al 31/10/19
anni Insegnamenti TAF Docente
1° 2° Laboratorio di greco antico F Dino Piovan (Coordinatore)
1° 2° Laboratorio di Latino F Giulia Beghini (Coordinatore)
1° 2° Laboratorio di teatro musicale F Nicola Pasqualicchio (Coordinatore)
1° 2° Presente e futuro del pianeta. economia, sostenibilità e politiche F Gian Maria Varanini (Coordinatore)
Seconda parte del primo semestre Dal 11/11/19 Al 11/01/20
anni Insegnamenti TAF Docente
1° 2° Il cristianesimo delle origini F Augusto Barbi (Coordinatore)
Semestrino 1B Dal 11/11/19 Al 11/01/20
anni Insegnamenti TAF Docente
1° 2° Convegno internazionale “la questio de aqua et terra di dante alighieri: testo e contesto” F Paolo Pellegrini (Coordinatore)
1° 2° Laboratorio di greco antico F Dino Piovan (Coordinatore)
1° 2° Laboratorio di Latino F Giulia Beghini (Coordinatore)
1° 2° Laboratorio di teatro musicale F Nicola Pasqualicchio (Coordinatore)
1° 2° Presente e futuro del pianeta. economia, sostenibilità e politiche F Gian Maria Varanini (Coordinatore)
1° 2° Un patrimonio urbano da ri-conoscere e ri-valutare: ville e palazzi storici di verona e circondario F Gian Maria Varanini (Coordinatore)
Semestrino 2A Dal 17/02/20 Al 28/03/20
anni Insegnamenti TAF Docente
1° 2° Giornate fai di primavera (1 cfu) F Monica Molteni (Coordinatore)
1° 2° Laboratorio di fotografia F Carlo Vannini (Coordinatore)
1° 2° Laboratorio di greco antico F Dino Piovan (Coordinatore)
1° 2° Laboratorio di informatica umanistica (m) F Stefano Minozzi (Coordinatore)
1° 2° Laboratorio di Latino F Giulia Beghini (Coordinatore)
1° 2° Laboratorio di progettazione di eventi culturali F Non ancora assegnato
Semestrino 2B Dal 06/04/20 Al 30/05/20
anni Insegnamenti TAF Docente
1° 2° Fai un giro in villa (1 cfu) F Monica Molteni (Coordinatore)
1° 2° Laboratorio di greco antico F Dino Piovan (Coordinatore)
1° 2° Laboratorio di informatica umanistica (m) F Stefano Minozzi (Coordinatore)
1° 2° Laboratorio di Latino F Giulia Beghini (Coordinatore)
1° 2° Laboratorio di progettazione di eventi culturali F Non ancora assegnato
Elenco degli insegnamenti con periodo non assegnato
anni Insegnamenti TAF Docente
1° 2° Summer School internazionale in Studi danteschi Ravenna-Verona F Paolo Pellegrini (Coordinatore)
1° 2° Univero’ 2019 F Non ancora assegnato

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Requisiti classi di abilitazione insegnamento

Requisiti necessari per accedere alle classi di abilitazione per l'insegnamento.
vedi allegato pdf

Inoltre, per informazioni sui 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche, si veda -> LINK 

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf Classi insegnamento con LM-14 216 KB, 14/07/21 

Tutorato per studenti

Tutti i docenti del Corso di Studio possono fornire nell'orario di ricevimento una forma di tutorato volta ad orientare e assistere gli studenti lungo tutto il corso degli studi
Docenti tutor per il CdLM in Tradizione e interpretazione dei testi letterari: proff.ri  Gherardo Ugolini, Corrado Viola.

Esercitazioni Linguistiche CLA


Gestione carriere


Doppio Titolo

Grazie ad una rete di accordi con Atenei esteri, l’Università di Verona offre percorsi formativi internazionali che consentono l’acquisizione di un doppio titolo di studio. L’ammissione ad un CdS a doppio titolo consente di conseguire contemporaneamente, nel tempo di un normale ciclo di studi (di cui una parte viene svolta all'estero), sia il titolo di studio dell’Università di Verona che il titolo rilasciato dall'Ateneo partner, garantendo di vedere riconosciuto il diploma di laurea in entrambi i Paesi.
L'accesso al doppio titolo (così come l’eventuale sostengo finanziario) è regolato da uno specifico bando, e il numero di posti è limitato.

⇒ Per informazioni vedi LINK


Prova finale

La prova finale mira a saggiare le capacità dello Studente di condurre in maniera autonoma e pertinente una ricerca su un tema contemplato dal percorso di studio della LM, attraverso l’utilizzo di un lessico appropriato, di una griglia metodologica e teorica filologico-letteraria adeguata, e tramite il ricorso a tutti gli strumenti necessari per condurre la ricerca stessa (banche dati, bibliografie di riferimento, archivi, consultazione di manoscritti, ecc.).
La tipologia di prova consiste nella stesura e nella discussione di una dissertazione (tesi) di circa 150-200 cartelle su un argomento delle discipline proposte dal percorso formativo. Su proposta del relatore, la tesi può essere compilata e discussa in lingua straniera.
(a) La prova finale per il conseguimento del titolo consiste nella discussione di un elaborato scritto, di congrua ampiezza, su un argomento concordato con il relatore. Alla prova finale sono riservati ventisette (27) CFU per il curriculum classico e per il curriculum moderno, trenta (30) CFU per il curriculum internazionale italo-tedesco e per il curriculum internazionale italo-svizzero.

(b) La decisione di voto avviene senza la presenza dello studente o di estranei. La Commissione dispone di centodieci punti; il voto minimo per il superamento dell’esame è di 66/110. L’assegnazione del punteggio finale sarà così gestita:
- curriculum classico e curriculum moderno: alla prova finale è attribuito il punteggio massimo di otto punti su 110;
- curriculum internazionale italo-tedesco: la discussione dell’elaborato finale si svolge presso l’Università di Augsburg: la commissione assegna il punteggio secondo le regole della propria sede.
(c) Il Collegio didattico incentiva il compimento degli studi nella durata normale del corso (ovvero nella durata concordata, per gli studenti a tempo parziale) assegnando un punto su 110 aggiuntivo a chi si laurei nelle sessioni dell’ultimo anno di corso. Un ulteriore punto su 110 è garantito anche agli studenti che abbiano trascorso un periodo di studio all’estero nel quadro degli scambi Erasmus promossi dall’Ateneo.
(d) Quando il candidato abbia ottenuto il massimo dei voti, può essere concessa la lode purché con decisione unanime.
(e) L’elaborato scritto, oggetto della prova finale, può essere redatto in lingua diversa dall’Italiano, previa approvazione del relatore e del Collegio Didattico. La discussione deve comunque essere condotta in italiano per gli studenti del curriculum classico e del curriculum moderno; gli studenti del curriculum internazionale italo-tedesco potranno redigere l’elaborato finale in tedesco o in italiano e discuterlo nella lingua prescelta. Gli studenti del curriculum internazionale italo-svizzero potranno redigere l’elaborato finale in francese o in italiano e discuterlo nella lingua prescelta
(f) Lo studente può ritirarsi dall’esame finale fino al momento di essere congedato dal Presidente della Commissione per dare corso alla decisione di voto.
(g) Per l'attribuzione del punteggio la commissione si attiene ai seguenti criteri: 1) originalità dell'elaborato; 2) qualità stilistica e scientifica del medesimo; 3) capacità dello studente di illustrare adeguatamente il suo lavoro davanti alla commissione ed eventualmente difenderlo di fronte ai rilievi della commissione stessa.

CALENDARI E INFORMAZIONI GENERALI SULL'ESAME DI LAUREA (CdS Culture e Civiltà) -> LINK [apre un una pagina]

Elenco delle proposte di tesi e stage

Proposte di tesi Area di ricerca
tesi di Glottologia, Storia comparata, Linguistica storica ENGLISH LANGUAGE - Grammar and Syntax – Grammatik und Syntax
tesi di Glottologia, Storia comparata, Linguistica storica GERMANIC LANGUAGE - Dialectology - Dialektologie
tesi di Glottologia, Storia comparata, Linguistica storica HUMANITIES & SOCIAL STUDIES - HUMANITIES & SOCIAL STUDIES
tesi di Glottologia, Storia comparata, Linguistica storica Indo-European languages & literatures - Indo-European languages & literatures
tesi di Glottologia, Storia comparata, Linguistica storica LINGUISTICS - LINGUISTICS

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.